Stampa Stampa
79

‘NDRANGHETA, OPERAZIONE “INTER NOS”: ESEGUITE 17 MISURE CAUTELARI. DOMICILIARI A CONSIGLIERE REGIONALE


Sequestrate imprese per oltre 12 milioni

di REDAZIONE 

REGGIO CALABRIA –  2 AGOSTO 2021 –  I Finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria e dello S.C.I.C.O., sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, dalle prime luci dell’alba, stanno eseguendo numerosi provvedimenti cautelari personali e patrimoniali, con il supporto di altri Reparti del Corpo, nelle province di Reggio Calabria, Catanzaro, Roma, Livorno, Verona e Milano.

Sono in corso di esecuzione 17 misure cautelari e il sequestro di imprese per oltre 12 milioni di euro.

I citati provvedimenti giudiziari rappresentano l’epilogo delle investigazioni condotte dal Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata (G.I.C.O.) del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Reggio Calabria e dallo S.C.I.C.O., a contrasto dell’infiltrazione della ‘ndrangheta nell’economia legale.

I particolari dell’operazione “Inter Nos”, saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 10.30 presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria.

AGGIORNAMENTO

Tra gli arrestanti c’è anche il consigliere regionale in carica Nicola Paris.

Eletto nel 2020 nella lista dell’Udc con 6.358 voti, Paris è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione.

L’inchiesta della Dda di Reggio Calabria è molto ampia e riguarda diverse famiglie mafiose

In manette, infatti, ci sono soggetti intranei o ritenuti vicini alle cosche Serraino di Reggio Calabria, Iamonte di Melito Porto Salvo e Floccari di Locri

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.