Stampa Stampa
44

‘NDRANGHETA, FINISCE LA LATITANZA DI PIETRO ACCORINTI


Fratello del boss del Poro, Giuseppe, era nascosto in un fabbricato rurale. Deve scontare pena un anno 2 sei mesi per violazione sorveglianza speciale

di REDAZIONE

PRESERRE (VV) –  11 DICEMBRE 2019 –  I Carabinieri delle compagnie di Vibo Valentia e Tropea, supportati dallo squadrone Cacciatori di Calabria, hanno arrestato nella notte tra lunedì e martedì scorsi, a Pernocari, frazione di Rombiolo (Vv), Pietro Accorinti, di Zungri (Vv), fratello del boss del Poro, Giuseppe Accorinti.

Deve scontare un anno e 6 mesi di carcere per violazione della sorveglianza speciale, resistenza a pubblico ufficiale e altri reati minori.

Si era reso irreperibile oltre un anno fa.

Il latitante era in un fabbricato rurale a Pernocari.

Dopo l’arresto è stato condotto nel carcere di Vibo.

Per procurata inosservanza di pena è stato arrestato anche Giuseppe Petracca, proprietario dell’abitazione, trovato insieme ad Accorinti. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.