Stampa Stampa
160

“NATALE DEL CUOCO”, SI RINNOVA L’APPUNTAMENTO CON LA GASTRONOMIA TOP


A Torre di Ruggiero XXI appuntamento dell’Apc Catanzaro con soci e sostenitori. Domenico Rullo eletto “Cuoco dell’Anno”

 di REDAZIONE 

TORRE DI RUGGIERO (CZ) –  22 DICEMBRE 2019 –  Il Natale momento di incontro e vicinanza della famiglia ma anche momento di festa. 

La grande famiglia dei cuochi catanzaresi ha voluto festeggiare il suo XXI appuntamento  nella straordinaria struttura MadrePerlaResort di Torre di Ruggiero, l’APC Catanzaresi, con questo appuntamento vuole avvicinare i soci e i tanti amici che la costellano e la supportano. 

Torre di Ruggiero, ridente comune della provincia di Catanzaro, adagiato in una conca nella media valle dell’Ancinale l’abitato sembra farsi proteggere dal massiccio delle Serre.

Un profumo di castagni, querce e faggi, inebria con la complicità di un costante alito di vento, l’intero abitato.     In questo habitat è situato il MadrePerlaResort, posta in una vallata di straordinario impatto ambientale.

Ospite d’eccezione  il presidente Federazione Italiana Cuochi Rocco Pozzulo e il presidente Unione Regionale Cuochi Calabria Carmelo Fabbricatore, reduci da altra importante iniziativa organizzata parte dell’ Associazione Provinciale Cuochi Catanzaresi per conto dell’URCC nel ventennale della sua fondazione .

L’evento enogastronomico, anche quest’anno, ha visto quattro chef dell’Associazione presentare ai commensali un loro piatto, con l’obiettivo di contendersi l’ambito premio di “CUOCO DELL’ ANNO”.

Il testimone è stato passato con un brindisi d’inizio, dallo chef Manuel Loprete, vincitore nell’edizione 2018, che ha dato inizio alla serata. 

I 4 chef hanno seguito una scaletta che li ha visti impegnati con la partenza dello chef, Peppino Cavaliere con (Perla di baccalà su tortino di broccoli e zenzero, salsa di pomodori secchie e cialda alle olive nere), seguito da, Giuseppe Castronuovo con (Nido di tagliolini con crema di zucca, puntellate alle noci croccanti, in crosta di merluzzo perlato alla melagrana), Luigi Rossomanno (Pacchero ripieno su vellutata di piselli, pomodorini confit, zucchine croccanti e granella di nocciole), per finire la competizione con lo chef, Rullo Domenico Antonio (Coppa di maiale cotta a bassa temperatura, con crema di ceci, castagne e bouquet di verdure). 

La cena è proseguita piacevolmente, accompagnata dalla lotteria e dai vari riconoscimenti che ogni anno l’APC.Cz consegna per l’occasione. La consegna dei CollegiumCocorum (massima onorificenza FIC) ad alcuni associati, targhe, attestati e riconoscimenti per l’azienda ospitante, per il presidente FIC Rocco Pozzulo, per Carmelo Fabbricatore presidente regionale, per i componenti la giuria tecnica e, infine, il presidente Origlia ha voluto premiare con una targa speciale, il presidente uscente dell’APC.Cz Filippo Galati, durante tutta la serata sono stati distribuiti numerosi premi, tramite sorteggio di biglietti della lotteria, offerti dalle tante aziende vicine all’Associazione che così hanno voluto manifestare il loro sostegno e la propria solidarietà.

 Lo chef  Rullo Domenico Antonio con il piatto: Coppa di maiale cotta a bassa temperatura, con crema di ceci, castagne e bouquet di verdure è stato nominato dal presidente APC.Cz Domenico Origlia, “CUOCO DELL’ANNO 2019”.

La sua elezione è stata decretata da una giuria tecnica formata da un gruppo cuochi dell’Associazione Provinciale Cuochi di Vibo Valentia, capitanata dal presidente Costantino Lo Iacono e dagli chef: Antonio Macrì, Pasquale Panetta, Giovanni Frijia, Giulio  Maccarone.

Con la partecipazione della giuria popolare composta da tutti i commensali che hanno avuto la possibilità di esprimere il proprio giudizio sul gusto e la presentazione dei quattro piatti in concorso.

Si vuole sottolineare il singolare spirito di collaborazione reciproca che ha contraddistinto il lavoro espresso dagli chef concorrenti, i quali non hanno voluto dedicarsi esclusivamente all’aspetto agonistico del concorso, ma hanno voluto creare lo spirito di squadra superando quello di competizione agendo per l’Associazione prima ancora che per se stessi.

La serata del “Natale del Cuoco” è terminata con il premio finale di una statuetta in porcellana raffigurante l’effige di Gesù Bambino benedetto e consegnato dal cappellano APC.Cz Don Enzo Iezzi. 

Da parte del presidente Origlia e di tutta l’Associazione Provinciale Cuochi Catanzaresi, gli auguri di un sereno Natale e un felice anno nuovo.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.