Stampa Stampa
58

MURO CASE POPOLARI APPRODA IN CONSIGLIO, I DUBBI DI “TUTTINSIEME PER SQUILLACE”


Riceviamo e pubblichiamo:

SQUILLACE (CZ) – 22 GIUGNO 2019 –  «Oggi, dopo quella d’insediamento,  vi è stata la seconda riunione del Consiglio comunale di Squillace.

Tra i punti in discussione, il via per la costruzione, da parte della Provincia di Catanzaro, del Nuovo Liceo Artistico, per il quale, a dire il vero, seppure in un ruolo diverso, si è molto speso, nei mesi scorsi, il consigliere comunale Enzo Zofrea (l’altro componente del gruppo di opposizione “TuttInsieme per Squillace”, ndr); altro punto, l’approvazione della convenzione con l’Aterp (Azienda territoriale edilizia residenziale e pubblica).

Si tratta di un accordo che regola i rapporti tra i due enti per la cura e la manutenzione di dieci alloggi popolari in Viale Fuori Le Porte.

Per questo problema, assieme ad Enzo Zofrea, ci siamo impegnati anche nel sollecitare, all’inizio del suo mandato, il sindaco ad intervenire per evitare che un muro posto in adiacenza ad alcuni di questi alloggi, in condizioni di forte pericolo, possa crollare, creando possibili danni a persone e cose.

Al sindaco abbiamo offerto, nei giorni scorsi, la massima collaborazione e disponibilità per rivedere la convenzione, sia dal punto di vista finanziario che giuridico.

Purtroppo, non siamo stati ascoltati ed oggi, a conclusione di un percorso amministrativo non molto convincente, il sindaco ha portato in Consiglio la copia di una nuova convenzione, fatta recapitare solo ieri pomeriggio e solo ai capigruppo consiliari. E’ chiaro che questo ci ha impedito di fare il dovuto approfondimento.

Abbiamo tentato di dare, comunque, qualche suggerimento, assieme ai colleghi dell’altra lista “Squillace in Movimento”, Luca Occhionorelli ed Annamaria Mungo, invitando il primo cittadino a ritirare la pratica ed a portarla nella prossima riunione.

Ma anche questo invito è stato rifiutato. Quindi, pur non convinti della convenzione, ma fortemente responsabili nei confronti dei cittadini e, soprattutto, di coloro che abitano negli alloggi, oggetto della Convenzione, abbiamo ritenuto, come Gruppi dell’opposizione, per consentire l’approvazione della pratica, e per non esprimere il voto contrario, di assentarci al momento del voto.

Una dimostrazione ulteriore di quanto sia alta la nostra disponibilità a collaborare, nei fatti, quando si pone al centro del dibattito il bene comune». 

Oldani Mesoraca Consigliere comunale di “Tuttinsieme per Squillace”

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.