Stampa Stampa
69

NON ALTERÒ ANNOTAZIONE DI SERVIZIO, ASSOLTO FRANCESCO LUCIA


Ufficiale del Nisa di Catanzaro e assessore comunale a Montepaone, è molto conosciuto nella città ionica. È stato ritenuto estraneo ai fatti

Articolo di Gianni ROMANO

MONTEPAONE (CZ) –  14 SETTEMBRE 2019 –  Assolto Francesco Lucia, molto conosciuto in città anche perché è un assessore comunale con diverse deleghe.

Si è svolto ieri dinanzi al Giudice dell’udienza preliminare, dott.ssa Carmela Tedesco, il processo nei confronti di Francesco Lucia, di 50 anni, di Montepaone, ufficiale del Nisa di Catanzaro e, Francesco Santoro, 61 anni di Catanzaro, responsabile dello stesso Ufficio e Giuseppe Pugliese, dirigente dell’Asp di Catanzaro.

Il dott. Francesco Lucia, difeso dagli avvocati Francesco Gambardella e Nunzio Raimondi, era incolpato del reato di falso ideologico pluriaggravato per aver alterato un’annotazione di servizio a favore del Pugliese.

 Il dott. Lucia il quale ha optato per il giudizio abbreviato, è stato ritenuto estraneo ai fatti contestati e assolto dall’addebito con la formula perché il fatto non costituisce reato. Per lui, l’ufficio del PM, oggi tenuto dal Sostituto, dott.ssa Crea, aveva richiesto per lui la pena di un anno e 6 mesi di reclusione.

Viceversa i dottori Santoro (difeso dall’avv. Salvatore Staiano) e Pugliese (difeso dall’avv. Francesco Laratta) hanno optato per l’udienza preliminare e per gli stessi l’ufficio di procura ha richiesto il rinvio a giudizio per i reati di corruzione in atti giudiziari (per Santoro e Pugliese) e falso ideologico in atto pubblico pluriaggravato (per Santoro).

Il Giudice al termine dell’udienza preliminare, ha rinviato a giudizio il Santoro ed il Pugliese per tutti i reati rispettivamente ascritti per l’udienza del prossimo 24 ottobre dinanzi al Tribunale penale di Catanzaro. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.