Stampa Stampa
340

MONTEPAONE (CZ) – VIGILI DEL FUOCO “SCALDANO” IL CONSIGLIO


Seduta si vivacizza sulla richiesta di deroga a privato per rendere idoneo immobile a ospitare caserma

Articolo di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

MONTEPAONE (CZ) – 28 MARZO 2016 – E’ tornato a riunirsi il Consiglio comunale di Montepaone, chiamato a decidere sull’approvazione di alcuni regolamenti e sul riconoscimento di debiti fuori bilancio per sentenze divenute esecutive, nascenti sotto le passate gestioni amministrative. Una seduta che si preannunciava tranquilla ma che si è vivacizzata allorquando si è trattato di approvare l’autorizzazione al Responsabile del servizio per il rilascio di un permesso a costruire in deroga agli strumenti urbanistici vigenti.

La richiesta di deroga, avanzata da un privato cittadino, è stata giustificata con la necessità di rendere idoneo un immobile ad ospitare una caserma dei vigili del fuoco. Quest’argomento era già balzato agli onori della cronaca la scorsa estate e anche di recente aveva innescato qualche polemica con l’intento di coinvolgere l’amministrazione di Montepaone. Come illustrato nella relazione dell’assessore Lucia, il Consiglio doveva valutare se la richiesta di deroga fosse sorretta da un rilevante interesse pubblico, individuato proprio nella finalità di poter ospitare il presidio dei Vigili del Fuoco.

L’opposizione però ha contestato l’esistenza di tale interesse poiché, a suo dire, era necessario che dagli atti risultasse la volontà dei Vigili del Fuoco di insediarsi presso la struttura in questione. La maggioranza del Sindaco Migliarese ha sostenuto convintamente ed in blocco la proposta, evidenziando a più riprese come per potersi parlare di interesse pubblico occorre valutare la finalità della destinazione d’uso impressa al bene, a prescindere dal suo effettivo utilizzo, fermo restando che, una volta impressa la destinazione, la struttura resterà vincolata unicamente per quell’utilizzo.E’ stato sostenuto dalla maggioranza come siano evidenti le ricadute positive per il paese nel caso in cui la caserma dovesse effettivamente realizzarsi. Vantaggi che ricadrebbero sull’intero comprensorio data la posizione strategica in cui sorge l’immobile, da dove si può raggiungere un vasto territorio in pochi minuti.

Tuttavia l’opposizione non ha voluto sentire ragioni e dopo aver richiesto il rinvio del punto all’ordine del giorno ha inscenato un Aventino, abbandonando  l’aula al momento del voto e lasciando ai soli consiglieri di maggioranza la responsabilità di decidere. La proposta è passata con il voto unanime e convinto della maggioranza certa di aver adottato un provvedimento utile per l’intera Montepaone. Il Sindaco Migliarese ha stigmatizzato l’atteggiamento ostruzionistico dell’opposizione che ancora una volta ha perso l’occasione di contribuire ad approvare un provvedimento importante e  positivo per la collettività. “A nulla vale dichiararsi a favore con le parole quando con i fatti si dimostra di essere contrari ad una decisione tanto importante, osteggiata con ogni mezzo in consiglio”.

La seduta è poi proseguita con l’approvazione del regolamento per l’esecuzione di opere comportanti la manomissione e il ripristino del suolo pubblico, frutto della volontà della maggioranza di riportare ordine e sicurezza sulle strade urbane, e sul quale sono confluiti i voti dell’opposizione. Infine si è deciso di rinviare l’approvazione di un regolamento sul diritto di interpello del contribuente.

“Il gruppo di minoranza – queste le parole del capogruppo Saverio Candelieri – alla richiesta di trasferimento della sede dei Vigili del fuoco , chiede chiarimenti con rinvio del punto all’ ordine del giorno , non essendo agli atti ancora una espressa richiesta del Comando , ma la mera manifestazione di un privato a modificare la destinazione d’ uso di un capannone di sua proprietà.”Non rinviato il punto all’ ordine del giorno per approfondimenti, la minoranza ha deciso di allontanarsi , dice Candelieri,non potendo decidere sulla base dei documenti in mano , pur non essendo contrari a tale evenienza , se tutto fosse meglio precisato e specificato.”È stato approvato il regolamento su manomissione  e ripristino del suolo e c’è astensione sul riconoscimento di debiti fuori bilancio , in quanto risalenti a precedenti periodi politico-amministrativi”.

Infine , è stato, su richiesta dell’ opposizione Impegno e Solidarietà , rinviato il punto all’ ordine del giorno relativo al regolamento sul diritto d’ interpello , già previsto in precedente regolamento generale  su entrate tributarie comunale , già oggetto di modifiche da parte anche di componenti dell’ attuale maggioranza , dando l’ evidente idea che non si trattasse effettivamente di una istituzione di un nuovo regolamento , ma di un “semplice ” richiamo ad altro. Si è rinviato per una migliore disamina , avvalendosi nel caso di una apposita commissione di lavoro , anche temporanea.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.