Stampa Stampa
28

MONTEPAONE (CZ) – TARI 2014 e 2015, MINORANZA CHIEDE SOSPENSIONE PAGAMENTO


La delegazione della zona marina

Chiesti anche compensazione per chi ha già provveduto al pagamento e rettifica anni pregressi

di Gianni ROMANO

MONTEPAONE (CZ) – 24 LUGLIO 2016 –  «Chi si propone ad amministrare un paese non può certamente recitare alcun copione… ».

Lo afferma in una nota il gruppo consiliare “Impegno e Solidarietà”. 

«Altri, forse, – aggiunge la nota – sono abituati a “recitare a soggetto”! amministrare la res pubblica è cosa seria, né commedia brillante né film drammatico, soprattutto quando si tratta di gestire un territorio complesso e problematico come il nostro in un momento di difficoltà economica come quello che stiamo attraversando. Nessuna mistificazione né alcuna contraddizione dei fatti è stata operata dalla minoranza consiliare “Impegno e Solidarietà”,  non abbiamo “tigri di protesta” da cavalcare, ma solo la volontà e la determinazione di portare avanti il nostro ruolo di vigilanza e controllo con la stessa passione e lo stesso impegno.Prendiamo atto della corretta segnalazione operata dalla dipendente del nostro comune e della conseguente sospensione dell’invio delle bollette errate in attesa dell’emissione delle nuove con l’applicazione delle riduzioni previste dal Regolamento Tari».

«Riduzioni e agevolazioni che, – dicono ancora gli oppositori –   vorremmo segnalare, dovevano già essere applicate a partire dall’anno 2014 (con l’avvio della raccolta differenziata ‘porta a porta’) e previste, più o meno nella stessa misura, nei precedenti Regolamenti Tari 2014 e 2015. Chiediamo, pertanto, che venga sospesa la riscossione degli anni 2014 – 2015 per chi non ha ancora pagato ed effettuato il rimborso o la compensazione per chi ha già provveduto al pagamento! Invitiamo la maggioranza a segnalare all’Unione dei Comuni che gestisce in convenzione il servizio tributi dell’ente, affinché provveda tempestivamente alle rettifiche anche per gli anni pregressi! Un’amministrazione così attenta non può far finta di niente!!! E con questo non siamo alla ricerca di meriti da rivendicare ma intendiamo operare solo nel rispetto delle norme e dei regolamenti!»

«Paradossale, infine,  – spiena ancora la minoranza –  è additare la minoranza di “cadere in contraddizione” solo per aver lamentato “il mancato conteggio di alcune voci nel piano tariffario”… anche in questo caso chi cade in contraddizione è solo MontepaoneRiparte che sembra aver presto dimenticato quanto prevede all’art. 12 comma 4 il Regolamento Tari portato all’approvazione del consiglio.Al di là delle facili promesse elettorali, sono rimaste senza risposte le denunce dell’opposizione sulla mancanza di trasparenza circa i proventi derivanti dalla vendita dei materiali differenziati e sulla mancata applicazione del capitolato nel quale, se lette bene e comprese, sono contenute soluzioni che potrebbero mitigare l’eccesiva ‘onerosità’ dello stesso.Ricordiamo, inoltre, che l’ufficio che lo ha redatto nel 2014 è lo stesso che opera attualmente e al quale sono demandati compiti di controllo sulla corretta applicazione dello stesso capitolato! E’ vero che le Amministrazioni precedenti e il Commissariamento ci hanno lasciato in eredità pesanti fardelli e tasse che risultano tra le più alte del comprensorio a fronte di servizi in molti casi poco efficienti, ma è anche vero che si è preferito spesso non dare ascolto all’opposizione che ha proposto soluzioni concrete (fanno fede gli atti!) per ricercare un’effettiva diminuzione della tassazione!».

«Non ci resta  – conclude “Impegno e Solidarietà” –  che confidare in una risoluzione della vicenda a vantaggio dei cittadini tutti senza che ne vengano lesi i diritti e senza che venga meno il rispetto delle regole, cosa che ci sta particolarmente a cuore!».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.