Stampa Stampa
30

MONTEPAONE (CZ) – MIGLIARESE: “SU SICUREZZA MINORANZA E’ STATA IMPROVVIDA”


Montepaone, veduta

Sindaco smonta quanto sostenuto da “Impegno e Solidarietà” dopo i furti degli ultimi giorni. E rilancia: “Parlare di problemi di ordine pubblico è esagerato”

di Gia. RO.

MONTEPAONE (CZ) – 31 GENNAIO 2016 –  “Nei giorni scorsi a Montepaone si sono verificati tre furti ai danni di alcune attività commerciali. Una triste routine per qualunque posto, in Italia e nel mondo, che però a Montepaone è diventata la principale notizia di cronaca. Questo è dovuto al fatto che per fortuna, grazie ai preziosi e insostituibili sforzi delle forze dell’ordine, il nostro territorio  sta tornando ad essere quell’isola felice da tutti voluta. Purtroppo la criminalità esiste e non potrà mai essere debellata totalmente”. Lo afferma in una nota il sindaco di Montepaone Mario Migliarese.

“Siamo sempre stati vicini a coloro i quali hanno subito la brutta esperienza di tali episodi – aggiunge il primo cittadino –  e confidiamo che i responsabili vengano individuati e puniti. Tuttavia da qui a parlare di problemi di ordine pubblico o di emergenza sicurezza ce ne corre. Chi lo fa è fuori dalla realtà, ma la cosa diventa ancor più grave se si ricoprono incarichi istituzionali. In particolare ci riferiamo al comunicato del gruppo consiliare “Impegno e Solidarietà” che improvvidamente e superficialmente si è occupato del tema sicurezza”.

“L’attenzione  dei consiglieri di minoranza si è incentrata sul tema della video sorveglianza – dice ancora Migliarese –  i quali, rilanciando una bufala diffusa da un manifesto apparso nelle vie cittadine nelle settimane passate, si chiedono che fine abbia fatto un finanziamento di 350.000,00 destinato alla realizzazione dell’impianto. Ebbene dato l’importante ruolo di cui la cittadinanza li ha investiti i consiglieri di opposizione avrebbero il dovere di non credere alla prima cosa che leggono per strada, ma utilizzare gli strumenti appropriati, da loro ben conosciuti, per approfondire argomenti che davvero interessano la collettività”.

“Se avessero fatto così  –  sottolinea ancora –  sarebbero venuti a conoscenza, dai documenti ufficiali, che il finanziamento di cui parlano non è mai stato concesso. Avrebbero potuto leggere la deliberazione n. 408 del 21/10/2015 con cui la Giunta Regionale ha dichiarato finanziabile ma senza copertura la richiesta presentata dalla precedente Amministrazione. Non si può perdere qualcosa che non si è mai avuto, poiché, come tutti sanno, non tutte le richieste si trasformano in finanziamento. Utilizzando proficuamente gli strumenti regolamentari la minoranza avrebbe potuto constatare che il Sindaco personalmente ha verificato la possibilità di accedere ai fondi PON sicurezza, che saranno contendibili a partire da quest’anno. La mancanza di intenti polemici non va solo declamata come clausola di stile sterile e vuota  ma va concretamente praticata. Continueremo ad impegnarci strenuamente per riuscire a realizzare un sistema di video sorveglianza nel nostro Comune, ritenendolo un indispensabile strumento di controllo del territorio ma al tempo stesso coscienti che non potrà eliminare del tutto gli episodi criminosi”.

“La sicurezza e la legalità  – conclude il sindaco –  per noi sono argomenti seri che vanno trattati nei modi appropriati. Se cosi non si fa si corre il rischio di dipingere una realtà che non esiste finendo per amplificare quella percezione di insicurezza che a parole si intenderebbe combattere”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.