Stampa Stampa
47

MONTEPAONE (CZ) – La chiesa contro la mafia. Don Corapi: «Occorre educare le coscienze»


Peppino Impastato, un "giullare contro la mafia"
Peppino Impastato, un “giullare contro la mafia”

Riuscito incontro sulla figura di Peppino Impastato ricordato dal fratello Giovannei. Presenti scuole,  famiglie e mondo religioso

Fonte: articolo di Gianni Romano (Il Quotidiano del Sud)

MONTEPAONE (CZ) – 25 NOVEMBRE 2014 – Un solco nella legalità e al rispetto delle regole, questo il significato di un grande giorno a Montepaone lido, grazie all’associazione culturale”l’Arca” del presidente Giovanna Vecchio.

Un riuscito incontro con Giovanni Impastato, fratello di Peppino, un “giullare contro la mafia”, si è tenuto nella sala convegni della Banca di Credito Cooperativo, presenti le tre agenzie educative, la scuola con gli studenti, le famiglie con i loro ragazzi e la chiesa, presente il parroco di Stalettì, don Roberto Corapi membro della Cei.

Don Roberto Corapi nel suo intervento ha dichiarato che «l’azione della chiesa è efficace solo se arriva ad educare le coscienze, il saper distinguere il bene dal male chiamando le cose per nome».

«Molto importante – ha aggiunto don Corapi –  è il ruolo della famiglia, della scuola e della chiesa, nell’educazione ai principi e ai valori sani, non cadiamo nello spirito di rassegnazione mai, ma  con coraggio e speranza ognuno con il proprio ruolo, impegnandoci a costruire un mondo giusto, un mondo legale e un mondo dio amore e di pace»

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.