Stampa Stampa
25

MONTEPAONE (CZ) – “IMPEGNO E SOLIDARIETA'” LANCIA L’IDEA DEL CONSIGLIO COMUNALE RAGAZZI


Montepaone, veduta

Chiesto al sindaco di inserite l’argomento come punto all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale

di Gia. RO.  

MONTEPAONE (CZ) – 12 SETTEMBRE 2015 –  istituzione, con tanto di regolamento, del consiglio comunale dei ragazzi. L’idea arriva dai consiglieri di minoranza del gruppo “Impegno e Solidarietà – Montepaone” .

Saverio Candelieri, Umberto Fulginiti, Francesco Gerace e Roberto Totino chiedono al sindaco Mario Migliarese che l’argomento venga  inserito,  e discusso, come punto all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale.

La premessa da cui prende le mosse il loro ragionamento è chiaro. «Siamo strenuamente convinti  – affermano –  che la questione “giovani” non debba essere più oggetto di ulteriori ed ultronee sperimentazioni, ma che questi, giorno dopo giorno debbano invece essere oramai attori protagonisti della crescita della nostra comunità ed artefici di tutte le più importanti dinamiche sociali, garanzie di tanto zelo e propositività. il Consiglio Comunale Giovani e il Consiglio Comunale Ragazzi  sono organismi istituzionali consultivi, creati in alcune località italiane e straniere, modellati sul Consiglio comunale “adulti”, ma composti di soli ragazzi e adolescenti».

«L’istituzione dei Consigli comunali per ragazzi  – dicono ancora – in Italia è un percorso che è stato aperto dalla legge 285 del 28 agosto 1997 (Disposizioni per la promozione di diritti e opportunità per l’infanzia e l’adolescenza), che riprende quanto già contenuto nella ratifica ed esecuzione della Convenzione sui diritti del fanciullo; in particolare, l’art. 3, comma 1, lettera d) e l’art. 7, comma 1, lettera c) della legge n. 285/1997, incentivano la realizzazione di azioni positive per la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, per l’esercizio dei diritti civili fondamentali, anche mediante misure volte a promuovere la partecipazione dei bambini e degli adolescenti alla vita della comunità locale, anche amministrativa»

In particolare il gruppo di opposizione sottolinea come «l’articolo 6 dello Statuto di questo Comune contempli l’istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi allo scopo di favorire la partecipazione dei ragazzi alla vita collettiva con il compito di deliberare in via consultiva nelle seguenti materie: politica ambientale, sport, tempo libero, giochi, rapporti con 1’associazionismo, cultura e spettacolo, pubblica istruzione, assistenza ai giovani e agli anziani, rapporti con l’Unicef. Le modalità di elezione e il funzionamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi saranno stabilite con apposito regolamento».

A proposito del Regolamento proponeono che «l’elaborazione dello stesso, prima dell’esame e dell’approvazione, sia affidata agli organi scolastici dell’Istituto comprensivo statale “Mario Squillace” unitamente alle rappresentanze dei genitori, per favorire, attraverso un adeguato percorso didattici di formazione, la rappresentanza democratica, la partecipazione e l’impegno dei più giovani alla vita della propria comunità».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.