Stampa Stampa
43

MONTEPAONE (CZ) – IL VALORE DELLA FAMIGLIA VISTO DA SARA RATTARO


Da sx: Rattaro, Rabia e Candelieri

Presentato il libro della vincitrice del  “Premio Bancarella 2015” dal titolo “Niente è come te”

Articolo e foto di Gia. RO. (Il Quotidiano del Sud)

MONTEPAONE (CZ) – 22 MAGGIO 2016 –  Si è svolto presso  i giardini dell’History Cafè, in Montepaone Lido, un coinvolgente incontro con la scrittrice Sara Rattaro, vincitrice del “Premio Bancarella 2015” con il libro “Niente è come te”, edito Garzanti.

L’evento, organizzato dall’associazione Solidales presieduta dal Prof. Saverio Candelieri, e dall’antica libreria Duva di Stilo, ha visto la partecipazione attenta e motivata di un vasto pubblico. Ad introdurre l’autrice di Genova, che ha pubblicato cinque romanzi di cui l’ultimo, “Splendi più che puoi”, è recentissimo, è stato proprio Saverio Candelieri che ha citato la problematica connessa alla famiglia, facendone un  inquadramento sociologico e giuridico.

“Proprio la famiglia – ha chiarito la Rattaro – è il filo conduttore dei miei romanzi”, specificando che la propria cifra narrativa contempla una scrittura in prima persona che crea subito confidenza e intimità col lettore.

Daniela Rabia ha moderato l’incontro sollecitando, attraverso varie domande, il racconto sulla nascita di “Niente è come te”. Intervallata da momenti musicali di Nicole Messinò e Michele Benvenuto, la scrittrice ha spiegato che il titolo del romanzo è nato dall’ascolto di una canzone e la storia, che doveva essere raccontata, da un fatto vero inerente la sottrazione internazionale di minori.

La scrittrice inoltre, con umiltà, incisività ed entusiasmo, ha catturato totalmente il pubblico che è intervenuto fornendo ulteriori spunti di riflessione su una tematica complessa e attuale. Si è parlato di un padre e una figlia che superano il trauma dell’abbandono, di ferite e ricostruzione della fiducia, di gioia e dolore che si mescolano nella vita come luci e ombre, vuoti e pieni, vittorie e sconfitte.

 Si è parlato di amore, quell’amore che fa esclamare a una persona che “Niente è come te”. Al termine della presentazione Saverio Candelieri ha omaggiato Sara Rattaro con la tradizionale “Cupeta” di Montepaone. Questa ulteriore iniziativa di “Solidales” testimonia l’impegno, la volitività, lo spessore di un’associazione che opera sul piano culturale e vuole avvicinare sempre più gente alla lettura.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.