Stampa Stampa
579

MONTEPAONE (CZ) – Esemplare di “Caretta caretta” trovato morta sulla spiaggia


L'animale al momento del ritrovamento

L’animale al momento del ritrovamento

Lunga oltre 70 centimetri. Avvisata la guardia costiera. Informato pure il Comune che ha provveduto alla rimozione. Ignote la cause della morte

Articolo e foto di Gianni Romano (Il Quotidiano del Sud)

MONTEPAONE (CZ) – 27 MARZO 2015 – Un esemplare di Caretta Caretta di oltre settanta centimetri, è stata trovata morta spiaggiata davanti allo stabilimento balneare del “Brondi’s Beach”di Montepaone lido, a ridosso del lungomare di via marina da alcune persone che hanno allertato la guardia costiera di Soverato.

Subito intervenuti i militari provvedevano per fare intervenire il veterinario Stefania Giglio, biologa marina esperta in ecologia ambientale a supporto delle Asp regionali in medicina veterinaria, che constatava che l’esemplare morto era di una femmina adulta ma al momento ignote sono rimaste le cause della sua morte. Informato anche il Comune di Montepaone che ha provveduto alla rimozione della grossa tartaruga.

Sono animali perfettamente adattati alla vita acquatica grazie alla forma allungata del corpo ricoperto da un robusto guscio ed alla presenza di “zampe” trasformate in pinne. Alla nascita è lunga circa 5 cm. La lunghezza di un esemplare adulto è di 80 – 140 cm, con massa variabile tra i 100 ed i 160 kg.

La testa è grande, con il rostro molto incurvato. Gli arti sono molto sviluppati, specie gli anteriori, e muniti di due unghie negli individui giovani che si riducono ad una negli adulti. Ha un carapace di colore rosso marrone, striato di scuro nei giovani esemplari, e un piastrone giallastro, a forma di cuore, spesso con larghe macchie arancioni, dotato di due placche prefrontali ed un becco corneo molto robusto. Lo scudo dorsale del carapace è dotato di cinque coppie di scuti costali; lo scudo frontale singolo porta cinque placche. Ponte laterale fra carapace e piastrone con tre (di rado 4-7) scuti inframarginali a contatto sia con gli scuti marginali che con quelli del piastrone.

Gli esemplari giovani spesso mostrano una carena dorsale dentellata che conferisce un aspetto di “dorso a sega”.I maschi si distinguono dalle femmine per la lunga coda che si sviluppa con il raggiungimento della maturità sessuale, che avviene intorno ai 13 anni. Anche le unghie degli arti anteriori nel maschio sono più sviluppate che nella femmina.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.