Stampa Stampa
47

MONTEPAONE (CZ) – DEMOCRAZIA E LIBERTA’ A “MUSO DURO” CONTRO IL SINDACO


Montepaone, veduta

Ex amministrazione attacca il primo cittadino sui primi sei mesi di consiliatura 

di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud) 

MONTEPAONE (CZ) – 15 GENNAIO 2015  – È un vero attacco diretto al sindaco Mario Migliarese e alla sua amministrazione dal movimento politico Democrazia e Libertà, il gruppo formato dall’ex amministrazione uscente tra cui Massimo Rattà già sindaco e ex consigliere provinciale, taccia Migliarese di assumersi meriti e vanti su opere pubbliche finanziate nella precedente amministrazione.

“Vorremmo esprimere tutto il nostro compiacimento e la nostra sincera gratitudine all’amministrazione comunale e al nostro sindaco, per tutte le opere che così in poco tempo sta realizzando. Certo non avremmo mai potuto immaginare che il consenso plebiscitario ottenuto potesse trasformare la personale apatia in magia e miracolosa energia, caro sindaco neppure mago Merlino avrebbe potuto programmare, finanziare e realizzare opere che lei prende a vanto  e a paternità come opera sua, sia per le piccole cose strisce e rotatorie o per le grandi opere che ci premuriamo di rammentare, completamento edificio scolastico, 900 mila euro, ecomuseo 233 mila, centro diurno 43 mila, quarto lotto  lungomare 320 mila, quinto lotto 1 milione e 200 mila euro, rifacimento via marina 150 mila euro relativi parcheggi e parco giochi 150 mila euro, regimentazione acque piovane 150 mila, strada S.Angelo-Bricà 50 mila, restauro chiesa dell’Addolorata  120 mila, strada interpoderale Rodi -Curtisello 150 mila, messa in sicurezza San Angelo-Paparo ente provincia 150 mila euro, riqualificazione località Casinello 280 mila, video sorveglianza 350 mila, trasformazione  asilo nido in polivalente e teatro in fase di finanziamento 250 mila per un totale di 4 milioni 496 mila euro”.

“Tutto questo in soli tre anni di amministrazione, ha ereditato anche una burocrazia amministrativa migliorata, differenziata, ereditando un Comune solido e esempio per tutti, neppure sfiorato da ipotesi di predissesto finanziario con un bilancio che le ha consentito appena insediato di attingere ai fondi per la bitumazione per le vie del nostro paese, per tutto questo caro sindaco dopo più di sei mesi di amministrazione è il momento di rimboccarsi le maniche per non perdere  milioni avuti in eredità, dimostrando di essere capace di portarne altri nel nostro paese, ci sono circa due anni e mezzo per cercare di portare a casa almeno quanto ha ereditato in condizioni  di lotte intestine, togliendo la faccia dallo schermo del computer e portando la sua faccia alla cittadella regionale, questo sarà il suo termine di sindaco virtuale non all’altezza di alberi di Natale e compleanni alla quale partecipa con uso improprio della fascia  isti

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.