Stampa Stampa
13

MONTEPAONE (CZ) – BONIFICA CORSO D’ACQUA, AMMINISTRAZIONE COMUNALE: «SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO»


Maggioranza replica al gruppo di opposizione “Impegno e Solidarietà”

di REDAZIONE

MONTEPAONE (CZ) – 3 MARZO 2017 –  «In relazione alla richiesta “per intervento di bonifica di corso d’acqua nei pressi del Lido S. Felice”,  depositata in data 28  febbraio 2017 dal Gruppo di opposizione “Impegno e solidarietà”, e di cui è stata data ampia diffusione su diversi siti web e testate giornalistiche si precisa quanto segue».

Lo afferma in una nota stampa l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mario Migliarese.

«In primis  – aggiunge la nota –  si evidenzia che il Comune di Montepaone monitora costantemente tutti i corsi d’acqua che attraversa il proprio territorio, e ogni qual volta si è reso necessario è prontamente intervenuto direttamente o richiedendo l’ausilio delle competenti autorità. E’ d’obbligo segnalare che la richiesta di intervento depositata dal gruppo di opposizione, e i successivi comunicati stampa sono densi di imprecisioni e falsità. Vi è infatti che contrariamente a quanto affermato dall’opposizione, il fosso indicato non è mai stato oggetto di bonifica men che meno con interventi in somma urgenza».

«Ancora una volta  – afferma ancora la maggioranza –  gli interventi dei consiglieri di “Impegno e Solidarietà” denotano una scarsa conoscenza del territorio. Questa volta è stato scambiato un piccolo fosso per un torrente! Ma cosa ancor più grave è affermare che il canale in oggetto è stato oggetto in passato di forme di inquinamento. La palese falsità della circostanza riferita oltre a creare ingiustificato allarmismo tra la popolazione è foriera di ingiustificati danni all’immagine del Comune e del comparto turistico che vi opera».

«Prima di parlare di inquinamento  – insiste la nota – sarebbe il caso di compiere tutti gli accertamenti del caso, e se richiesti, come nel caso di specie, attenderne l’esito. I tecnici dell’ente, peraltro, avevano ricevuto la segnalazione dell’acqua torbida presene nel letto del canale, e ferma a un centinaio di metri dal mare. Recatisi sul posto avevano potuto constatare che non vi era alcuna anomalia. Infatti dal canale non proveniva nessun odore sospetto, non erano presenti altri elementi sintomatici di fenomeni di inquinamento in atto. E’ stato agevole desumere che il colore torbido dell’acqua era dovuto semplicemente al trascinamento di fanghiglia e sostanza organica di color verde dovuta all’acqua stagnante, a seguito delle piogge del fine settimane giunte dopo diverse settimane di assenza di precipitazioni».

«Dopo poche ore  – conclude l’amministrazione cominale –  l’acqua è tornata limpida e cristallina come testimoniato dalla documentazione fotografica. In ogni caso, per non lasciare nel dubbio la popolazione, il Comune ha disposto di effettuare i controlli del caso».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.