Stampa Stampa
113

MONTEPAONE (CZ) – BILANCIO PREVISIONE, MINORANZA CHIEDE ANNULLAMENTO DELIBERE CONSIGLIO


Proposto ricorso al Tar perché “non era stato garantito né il diritto di visionare ed esaminare la documentazione”

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

MONTEPAONE (CZ) –  25 GIUGNO 2017 –  Il gruppo di opposizione rappresentato e difeso dagli avvocati Giuseppe Pitaro e Gaetano Liperoti del Foro di Catanzaro ricorre al Tar per l’annullamento dell’avviso di convocazione e delle deliberazioni del Consiglio Comunale del 30.03.2017, seduta in cui si è discusso il Bilancio di previsione 2017 e di ogni altro atto presupposto, prodromico, connesso e consequenziale.”

Impegno e solidarietà aveva chiesto ad inizio dei lavori il rinvio della seduta in quanto ai consiglieri non era stato garantito né il diritto di visionare ed esaminare la documentazione inerente il bilancio per il termine di dieci giorni consecutivi come previsto dal Regolamento di contabilità né il diritto di ricevere l’avviso di convocazione nel termine di cinque giorni prima della seduta come previsto dallo Statuto comunale e dal Regolamento consiliare.”

 I consiglieri, continuano, avevano inoltre lamentato la mancanza di allegati fondamentali al Bilancio di previsione, motivo questo che, unito alla illegittima modalità di convocazione e di svolgimento del Consiglio comunale, ha leso i diritti dei consiglieri così come previsti da norme legislative, concludono i consiglieri comunali di minoranza,statutarie e regolamentari.” Un consiglio comunale iniziato presso la consueta sede della delegazione municipale,finisce nelle aule del TAR della Calabria,il gruppo di opposizione formato dai consiglieri Saverio Candelieri,Roberto Totino,Umberto Fulginiti e Franco Gerace avevano proposto al TAR – Ricorso impugnazione Avviso convocazione del C.C.  chiedendo l’annullamento e la conseguente annullazioni degli atti deliberativi consiliari,ma il comune di Montepaone decide di resistere in giudizio e si affida all’avvocato del foro di Catanzaro ,Paolo Falzea, nell’apposita delibera di giunta si legge,”

 Premesso ,Che con ricorso notificato , i consiglieri di minoranza dell’Ente hanno proposto impugnativa davanti al TAR Calabria, al fine di ottenere l’annullamento, previa sospensiva, dell’avviso di convocazione del Consiglio Comunale per il 30/3/2017, nonché l’annullamento delle deliberazioni adottate nella citata seduta e di ogni altro atto presupposto , connesso e conseguente; continua la delibera di giunta, che la pretesa è infondata in fatto e diritto e l’Amministrazione intende esercitare il proprio diritto di difesa resistendo al giudizio sopra citato.

Per l’effetto si rende necessario nominare il legale di fiducia, che in ragione della complessità della problematica e degli interessi alla stessa sottesi si è ritenuto individuare il legale di fiducia attingendo dall’Albo degli Avvocati e fra quanti trattano la materia Amministrativa; – che è stato contattato il Prof. Avv. Paolo Falzea con studio legale in Catanzaro che ha i requisiti professionali ritenuti idonei alla difesa dell’Ente.”

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.