- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

MONTEPAONE (CZ) – BAR “DEI MILIONARI” DI NUOVO NEL MIRINO DEI LADRI

E’ il dodicesimo furto  in poco tempo. I titolari: “Se continua così chiudiamo e licenziamo  tutto il personale”

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

MONTEPAONE (CZ) – 26 GENNAIO 2016 –  Ancora un furto, il dodicesimo per la cronaca, al famoso bar ricevitoria dei fratelli  Leo e Alfonso Gerace, “Caffe de la change” il punto Sisal dove lo scorso anno si verificarono in sole 72 ore due vincite milionarie al Superenalotto un caso più unico che raro.

Ignoti approfittando del buio della notte, tra sabato e domenica scorsi, hanno prima rotto il grosso vetro antiscasso delle vetrine e poi si sono introdotti alla ricerca di soldi. Rubato il cassetto dove è presente un fondo cassa ma non toccate le macchinette delle slot machine del videopoker saldate tra loro, tutto in pochi secondi, per commettere l’ennesimo furto ai danni della ricevitoria nonostante l’ubicazione centrale, il dodicesimo, troppi, questi gravi fatti rischiano di vanificare l’impegno di una famiglia che lavora sette giorni su sette, giorni dopo giorni, mesi dopo mesi, senza ferie, e che ha minacciato se le cose non cambiano, di chiudere e licenziare i loro dipendenti.

In una terra come la Calabria dove un posto di lavoro, assicurato, pagato puntuale è merce rara, dopo l’ennesimo furto l’intervento dei fratelli Gerace, Leo e Alfonso: “Dopo l’ennesimo furto la rassegnazione e l’abitudine sono lo stato d’animo che contraddistinguono questo momento, il vedere teppistelli  fare razzie delle tue cose e non poter fare nulla ci insulta come uomini e sopratutto come imprenditori che dà lavoro a due padri di famiglia”.

“Devo –  continua lo sfogo –  ad onor del vero ringraziare le forze dell’ordine che sempre si sono prodigate nelle indagini per trovare i responsabili di questi furti. Ma qualcosa purtroppo si arena e anche quando si trovano i responsabili, vedi furto di dicembre scorso , tutto rimane fermo non si vedono manette ai polsi. Ora, quindi, ci troviamo io e mio fratello ad un bivio: aver ancora fiducia nella giustizia o percorrere altre vie?Aspettiamo fiduciosi e ci risentiamo al prossimo furto “.

Di seguito l’intervento del sindaco Mario Migliarese: ”Nelle ultime ore alcune importanti attività commerciali attive sul nostro territorio hanno subito dei furti.  E’ d’obbligo esprimere a nome mio, e dell’intera Amministrazione Comunale di Montepaone, la solidarietà e vicinanza dell’intera comunità alle vittime di queste azioni deprecabili. I continui attacchi – continua Migliarese – alle attività produttive rischiano di mettere ancora più in crisi il già fragile tessuto economico delle nostre aree, specie quando le attenzioni dei malviventi ricadono più volte sugli stessi soggetti. I fatti di quest’ultimo periodo ci fanno pensare che a Montepaone si possa verificare una recrudescenza della criminalità, continua Migliarese,dopo un periodo di relativa tranquillità.”

La nostra Comunità sana e onesta, e noi Amministratori per primi, non possiamo consentire la realizzazione di una simile evenienza. Pertanto,continua Migliarese,ci attiveremo senza indugio affinché le forze dell’ordine aumentino i loro già importanti sforzi sul territorio, sia in funzione preventiva che repressiva, per assicurare i criminali alla giustizia.” Pur comprendendo le difficoltà del momento incitiamo coloro che hanno subito i furti e tutti i titolari di attività produttive a non lasciarsi vincere dallo sconforto e andare avanti, conclude il sindaco Mario Migliarese,con l’impegno da parte nostra di mettere in atto tutto quanto è in nostro potere per garantire di poter lavorare in sicurezza e tranquillità.”