Stampa Stampa
25

MONTEPAONE (CZ) – “ASPETTANDO … SASÀ“ FRA TROVATE ESILARANTI E COLPI DI SCENA


Al Piccolo Teatro D’Arte nell’’ambito della rassegna “Vernaculando”

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

MONTEAPAONE (CZ) – 17 MARZO 2017 –  Continuano con successo le rappresentazioni teatrali al piccolo teatro d’arte di Montepaone lido, una rassegna targata 19° anno e che anno dopo anno,continua a stupire,una bomboniera che da anni,ben 19, riesce a stupire per la qualità delle rappresentazioni in cartellone,un filo logico prende per mano lo spettatore, creando così un vero e proprio luogo di cultura, pieno merito al presidente Edoardo Servello.

Nell’ambito della Rassegna a premi ” Vernaculando”,sul palco la compagnia teatrale”Rosso e nero”   di Nocera inferiore(SA),”aspettando Sasà”, una commedia divertente che ha visto privilegiare aspetti della vita napoletana, i preparativi culinari e gastronomici della vigilia del Santo Natale,un ricco menù frutto della tradizione,ma proprio aspettando Sasà, il compagno della padrona di casa, si creano una serie divertente di equivoci,dall’inquilino mussulmano,cosa questa che crea divertenti siparietti tra lui e la padrona di casa,con molti luoghi comuni, tra cui quello che “tutti i marocchini devono vendere merce contraffatta” anche se il “marocchino” in questione è laureato.

Tanti i falsi miti e i pregiudizi analizzati con sfumature,,ma il vero ostacolo è proprio il pregiudizio,pensando che l’Italia è una terra di migranti e di accoglienza. Aspettando un Sasà che ritarda,si vive uno spaccato meridionale,fatto di menù festivi sopra le righe,usi,costumi e tradizioni messi in piazza,tra varie scene e interventi, bravi in questo gli attori, che hanno lascito sicuramente un segno indelebili tra i tanti spettatori,una commedia fine, esilarante ma sottile e densa di significati.

Una commedia tra cui molti si possono riconoscere,tanti i luoghi comuni,  C’ è Lilly una ragazza in attesa dell’arrivo  del suo uomo (amante)sposato,sposatissimo,che si deve dividere tra moglie,tre figli e proprio Lilly,l’amante,  e poi c’è Amir, un immigrato che, casualmente, bussa alla porta. Colpi di scena e tante risate per la scintillante commedia. La rappresentazione teatrale  ideata da Vincenzo Bisogno e da Antonietta Barcellona  che ne cura la regia, inizia con una visita casuale ma sfocerà in un confronto che diventa quasi scontro su sessi, religioni e culture diverse.

Ma chi è l’altro? La risposta all’interrogativo  allo spettatore diventa sempre più chiara, tra risate e colpi di teatro vediamo affiorare spunti per interrogarsi come l’altro a volte, possiamo essere noi. Un occasione per riflettere, per pensare solo un attimo su temi d’attualità. La rappresentazione che viene proposta è il lavoro , esilarante ed effervescente, farà ridere fino alle lacrime e investirà il pubblico in una animata vivacità. Il cast,Antonietta Barcellona, Carlo Cutolo, Danilo Napoli, Gaetano Troiano per le musiche di Vincenzo Bisogno.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.