Stampa Stampa
58

MONTEPAONE, CRESCE L’INTESA TRA COMUNE E STABILIMENTI BALNEARI


Montepaone, il lungomare

In un incontro per fare chiarezza su nuove procedure  accatastamento   stabilimenti, emersa necessità di rafforzare collaborazione. Proposta  creazione associazione di categoria

Articolo e foto di Gianni ROMANO

MONTEPAONE (CZ) –  19 FEBBRAIO 2019 –  Si è svolta, presso i locali della delegazione municipale di Montepaone, una riunione promossa dall’amministrazione Comunale alla presenza dei titolari degli stabilimenti balneari ricadenti nelle aree demaniali della cittadina costiera. 

L’incontro   era   volto   ad   intavolare   un   confronto   con   i   concessionari   alla   luce   del   recente orientamento   dell’Agenzia   dell’Entrate   in   merito   alle   procedure   di   accatastamento   degli Stabilimenti Balneari  con relative pretese fiscali locali e centrali  da esso derivanti.

Sono intervenuti, per l’Amministrazione Comunale, il Sindaco Mario Migliarese, l’Assessore Francesco Lucia, i responsabili dell’Area Finanziaria Angela Talarico e Urbanistica Franco Ficchì. 

Ad intervenire, invece, in qualità di relatori dell’incontro,  l’Avv. Giuseppe Grande esperto in Diritto Tributario,  Anna   De   Fazio   responsabile   provinciale   Fiba-Confesercenti   e   Roberto   Talarico responsabile provinciale Sib-Confcommercio.

In seguito ai saluti del Sindaco, i lavori sono stati introdotti dall’Assessore Lucia, il quale ha sottolineato   l’importanza   strategica   rivestita   dalle   imprese   balneari   nel   tessuto   economico- produttivo   e   turistico-balneare   del   territorio   di   Montepaone.  

Da   qui   la   scelta   condivisa dell’Amministrazione di incontrare i concessionari per offrire il massimo sostegno nell’affrontare le difficoltà operative del settore, al fine di avviare un processo di collaborazione che porterà benefici al territorio ed al settore turistico-balenare.

L’assessore Lucia nell’avviare la discussione, ha affrontato la problematica dei tributi locali, la necessità di implementare il periodo di balneazione come elemento significativo per favorire la destagionalizzazione del turismo, sottolineando, infine, le nuove opportunità, fornite ai concessionari, derivanti dall’estensione di 15 anni delle concessioni demaniali.

L’Avv.Grande, affrontando la sezione squisitamente tecnica dell’incontro, è entrato nel merito dell’interpretazione della circolare dell’Agenzia delle Entrate sull’obbligo di accatastamento degli Stabilimenti Balneari.

Partendo dall’analisi storica della caotica normativa vigente si è sottolineata l’irrealistica applicabilità della circolare per la maggior parte dei concessionari insistenti sul nostro tratto   costiero.  Tale   conclusione,   ha   sottolineato   l’avvocato,   è   figlia   di   un   lungo   cammino giurisprudenziale che, più di una volta, si è opposto categoricamente all’accatastabilità degli stabilimenti balneari che non posseggono, per motivi di natura strutturale, i requisiti tecnici previsti dalla normativa di riferimento.

Risulta dunque giusto insistere, conclude l’Avv.Grande, anche attraverso l’azione giudiziaria, per una minuziosa valutazione caso per caso, prescindendo dalla sommaria attività ispettiva svolta in questi mesi dalla Guardia di Finanza. Anche Anna De Fazio, Fiba-Confesercenti, si è detta concorde nel valutare attentamente le tipicità e le esigenze degli stabilimenti, cogliendo però l’occasione per considerare l’eventualità di un radicamento   del   legame   tra   concessionario   e   concessione   demaniale   nel   caso   si   provveda all’accatastamento.

Considerazione effettuata a tutela dei balneari anche al di la dei 15 anni previsti per l’applicazione effettiva della direttiva Bolkestein.

Del medesimo parere anche Roberto Talarico (Sib-Confcommercio), il quale ha invece affrontato l’annoso problema dei regimi di applicazione TARI nei confronti degli stabilimenti balneari, operando una riflessione sulle opportunità di risparmio e sgravio concesse dal riciclo dei rifiuti operato in autonomia dagli stessi balneari. Calorosa   e   numerosa   l’accoglienza   dei   concessionari   all’incontro,   prodromico   di   molti   altri appuntamenti di confronto costruttivo.

Il plauso, nel particolare, è stato dedicato al nuovo approccio dell’amministrazione comunale volto ad aprirsi agli imprenditori per ritrovare insieme soluzioni utili e vicine ai loro bisogni. 

Proprio in virtù di tale rapporto di collaborazione lo stesso Assessore Lucia ha, in calce all’incontro, proposto la formazione di un’associazione di categoria a Montepaone che possa combattere, con più unità e più motivazione, le battaglie presenti e future.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.