Stampa Stampa
130

MONTAURO (CZ) – Rifiuti, i cittadini annunciano la nascita di un comitato


cassonetti fiamme

L’idea è affiorata dopo la recrudescenza del fenomeno degli incendi della spazzatura e l’aumento dei rischi ai danni della salute pubblica

  di Franco Polito

MONTAURO (CZ) – 2 DICEMBRE 2014 – Dare vita a un comitato che, in sintonia con le forza dell’ordine possa scoraggiare gli incendi ai cassonetti della spazzatura e tutelare la salute pubblica.

 Lo annunciano i cittadini montauresi che hanno intenzione di tradurre in fatti il loro proposito se la situazione rifiuti dovesse rimanere immutata. Specie se, come accaduto nei giorni scorsi in località “Calalunga” dove sono stati dati alle fiamme quattro cassonetti, il fenomeno dei “piromani della spazzatura” dovesse diventare allarmante.

 In sintesi i cittadini auspicano un incremento dei controlli nelle ore notturne o il ricorso a un sistema di video sorveglianza capace di scoraggiare comportamenti incivili e, soprattutto, illegali. E che nuocciono alla salute. La paura dei rischi derivanti dall’incendio dei rifiuti è alta. Con la diossina, sostanza che si sprigiona nell’aria per effetto della combustione e di processi chimici dei prodotti clorurati, non si scherza.

 La gravità del rischio dovrebbero conoscerla tutti. Evidentemente qualcuno se ne infischia. Ai montauresi questo non sta più bene. «C’è ancora qualcuno – affermano i cittadini – che pensa di risolvere il problema rifiuti appiccando incendi e dando fuoco ai cassonetti. Ultimamente sono stati tanti i roghi accesi con le conseguenze gravi per la salute umana».

 Non solo incendi. C’è anche un’altra questione. «Per gli abitanti della zona – sostengono i cittadini – c’è un altro disagio derivante dal deposito dei rifiuti di altri Comuni vicini che, dotati di un sistema di raccolta “porta a porta”, conferiscono nei nostri bidoni l’indifferenziato che non riescono a smaltire diversamente».

 

 

 

 

 

 

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.