Stampa Stampa
36

MONTAURO (CZ) – FINISCE L’ERA PROCOPIO


Ultimo consiglio comunale per il sindaco uscente che non si ricandida alle elezioni del prossimo 11 giugno. Approvato Rendiconto 2016

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

MONTAURO (CZ) – 18 MAGGIO 2017 –  Si è tenuto nella rinnovata sala consiliare del nobile palazzo dei Marchesi  Zizzi, il consiglio comunale di Montauro, l’ultimo, visto le prossime elezioni, per l’amministrazione targata Pantaleone Procopio.

Difatti sul filo di lana Procopio la sua lista non aveva inteso presentarla al segretario comunale, con l’elenco debitamente sottoscritto e firmato dai componenti, ma Procopio dichiarava in quella sede che i giovani non avevano visto nel paese una spirito collaborativo tale da iniziare la campagna elettorale.

Ora, Procopio in consiglio comunale, nel ringraziare dell’ottimo lavoro svolto dai dipendenti comunali in sottonumero rispetto al reale fabbisogno, salutava tutti e si diceva pronto ad una eventuale assemblea pubblica per rendicontare tutto il suo operato, il consiglio entrava nel vivo, con  i dati significativi del Rendiconto di gestione 2016 approvato dal Comune di Montauro.

Il Consiglio Comunale nella ultima  seduta  ha approvato il rendiconto di gestione relativo all’esercizio finanziario anno 2016. Al rendiconto finanziario è stata allegata anche la relazione illustrativa per esprimere le valutazioni di efficacia dell’azione condotta sulla base dei risultati conseguiti, in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti. Il conto del bilancio si conclude con una serie di quadri riepilogativi riconducili al quadro riassuntivo di tutta la gestione finanziaria che evidenzia il risultato di amministrazione.

Tale risultato di amministrazione al 31.12.2016 è pari a più 2.273.164.60. Tale risultato positivo mette in evidenza la capacità dell’Ente di acquisire ricchezza e destinarla a favore della collettività amministrata. L’attenta gestione ha dato luogo ad un risultato positivo in grado di dimostrare la capacità dell’Ente di acquisire un adeguato flusso di risorse in grado di assicurare la copertura finanziari a degli impegni di spesa senza ricorrere ad anticipazione di tesoreria e/o utilizzo degli avanzi di amministrazione degli anni precedenti.

Per adempiere alle disposizioni impartite dalla nuova normativa vigente che disciplina l’ordinamento contabile, il fondo crediti di dubbia esigibilità quantificato in euro 842.243,96 è stato inserito nella parte accantonata unitamente alla somma di euro 2.053.078,24 quale quota capitale per anticipazione di liquidità. Il disavanzo tecnico per l’anno 2016 è stato determinato in euro -640.450,32 con un’economia rispetto all’anno 2015 di oltre 30.000,00.

Il punto passava a maggioranza con il voto contrario del consigliere di opposizione Leo Aiello.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.