Stampa Stampa
27

MONGOL RALLY 2019: IL TEAM “WINGED VICTORY” IN CALABRIA PER RACCONTARE LA GRANDE AVVENTURA


Un viaggio durato quasi  cinquanta giorni, quello compiuto dal team bresciano nell’edizione 2019. Ventisei i Paesi attraversati, dall’Europa all’Asia e dall’Asia all’Europa, in quest’incredibile esperienza

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  8 OTTOBRE 2019 –  La Winged VictoryVittoria Alata di Brescia, parteciperà anche all’edizione 2020 del Mongol Rally, manifestazione internazionale sportiva  di beneficenza.

L’annuncio è arrivato nel corso di un evento tenutosi a Erbusco, nel cuore della Franciacorta, zona collinare  dallo suo spettacolare paesaggio di innumerevoli  filari di vigneti, compresa tra Brescia e il Lago Iseo.

Carattere mediterraneo (www.caratteremediterraneo.it),  il magazine calabrese  con sede a Chiaravalle Centrale (Cz), presente con il suo direttore Maria Patrizia Sanzo,  è stato riconfermato tra i media partner di questa nuova avventura.

Un viaggio durato quasi  cinquanta giorni, quello compiuto dal team bresciano nell’edizione 2019. Ventisei i Paesi attraversati, dall’Europa all’Asia e dall’Asia all’Europa, in quest’incredibile esperienza.

Dalla partenza, avvenuta  il 22 luglio  nella Repubblica Ceca sono stati 28.865 i chilometri percorsi, gli ultimi 8 mila per fare ritorno a casa dalla Russia, dopo aver raggiunto il traguardo a Ulan Ude, in Siberia, a bordo della Renault Modus del 2005, compagna fidata dei piloti Dennis Pesci e Valerio Bocelli. Oltre quindici le gomme cambiate nel corso del viaggio.

I due componenti del team protagonisti dell’evento, condotto da Daniela Affinita,  tenutosi presso la Cantina Lovera , hanno fatto un consuntivo del viaggio e del cammino compiuto nel perseguimento delle finalità solidaristiche supportate: a sostegno di Cool Heart, ente non governativo impegnato a proteggere la foresta pluviale in via di estinzione e a combattere così il riscaldamento globale;  e a sostegno della Nuova Nikolajewka, centro per persone con  disabilità fisiche gravi e gravissime tra i più moderni e importanti d’Italia.

L’obiettivo a favore di questa struttura è raggiungere con la raccolta fondi quota 30.000 euro per dotare tutte le stanze della residenza di sollevatori a binario installati a soffitto per rendere più agevole l’assistenza a ospiti e operatori. Si potrà contribuire fino al termine dell’anno in corso.

Un’occasione utile anche per informare sui propositi  del team bresciano per la nuova edizione. Probabilmente a partecipare saranno più auto per promuovere più cause benefiche, ma di questo si parlerà a suo tempo.

I piloti hanno potuto raccontare del viaggio. «Tantissime emozioni» hanno contraddistinto «un’esperienza notevole e bellissima», così  si è espresso Valerio Bocelli, veterano delle corse a bordo di auto sportive. Un percorso nondimeno impegnativo, con innumerevoli difficoltà da affrontare quotidianamente, con prontezza di spirito, perizia e capacità organizzativa.

«Un tragitto compiuto senza assistenza  logistica, tecnica o sanitaria. Ma contraddistinto dall’accoglienza entusiasta da parte delle popolazioni locali, con persone gentili e disponibili a dare una mano qualora ce n’è stato bisogno», al di là di qualsiasi cliché, pregiudizio o dell’impedimento della comprensione linguistica,  ha riferito Dennis Pesci.

In questo genere di competizione solo la metà degli equipaggi arriva al traguardo e ciò vale a comprenderne la fatica,  l’impegno richiesto e l’asperità del percorso. Sono stati 296 i team iscritti per l’edizione 2019, di cui 18 italiani.

Sull’eventualità di ripetere l’esperienza Valerio Bocelli, classe ’49, ha replicato con la sua immancabile ironia: «ci penso  un attimo».  Ma senza battere ciglio si è lanciato nell’avventura, propostagli da Dennis Pesci,  che ha consolidato  una bella amicizia.

La componente umana è stata  elemento fondamentale e imprescindibile  di questo successo, in quest’esperienza in grado di cambiare il senso della vita, nella quale ciascuna nazione ha dato e insegnato qualcosa, come ha evidenziato Dennis Pesci.

Sono intervenuti all’evento:   Silvia Ungaro e Donata Montagnoli in rappresentanza della Nikolajewka le quali ne hanno descritto la realtà e Fabrizio Benzoni, consigliere comunale con delega allo Sport in rappresentanza del Comune di Brescia.

In attesa dei prossimi sviluppi il rapporto tra il team Winged Victory e il magazine Carattere mediterraneo, edito dall’Associazione culturale “Inconsuete Sinergie”, si rafforza.  L’intenzione è di organizzare in primavera un evento in Calabria per raccontare da parte dei piloti l’esperienza del Mongol Rally edizione 2019 e illustrare le novità che il team bresciano ha in serbo per il 2020.

Per chi volesse  contribuire alle cause benefiche ecco i riferimenti:

Sitoweb:        https://www.mongolrally.info    
Email:        contatti@mongolrally.info    
Facebook:       Mongol Rally with Winged Victory for NikolajewkaInstagram:        Winged    Victory    nome    utente    mongolrally.info    
Youtube:        Canale    Winged    Victory    
Twitter:        Winged    Victory    @WingedVictory5  

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.