Stampa Stampa
15

MONGIANA, LE ELEZIONI SI “TINGONO DI GIALLO”


Sarebbero state sequestrate alcune schede e tre persone sarebbero indagate

Fonte: ILVIZZARRO.IT

 MONGIANA (VV) –  4 GIUGNO 2019 –  Sarebbe stata aperta un’inchiesta a seguito dello spoglio per le elezioni europee e amministrative che, alle consultazioni di domenica 26 maggio, hanno interessato il Comune di Mongiana.

I carabinieri, infatti, avrebbero sequestrato alcune schede e tra gli indagati ci sarebbero tre persone, presumibilmente tra i componenti dell’unico seggio allestito nel paese delle Reali Ferriere. Sull’indagine, coordinata dalla Procura di Vibo, vige per ora uno stretto riserbo e, ovviamente, saranno gli inquirenti ad accertare se vi siano state irregolarità o meno nelle procedure elettorali.

Le elezioni amministrative si sono concluse con la vittoria del candidato a sindaco di “Mongiana Cangiante” Francesco Angilletta, eletto primo cittadino grazie alle 363 preferenze ottenute a seguito dello spoglio, contro le 45 di Pompeo Condina, a capo della lista “Mongiana resiste”.

Le europee, invece, hanno visto Forza Italia raccogliere il maggior numero di consensi (76), a fronte dei 70 di Fratelli d’Italia e dei 64 della Lega.

Decisamente dietro il Pd (quinto con 49 preferenze, uno in meno de “La Sinistra” che, invece, ha conquistato 50 voti).

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.