Stampa Stampa
28

MIGRANTI A SAN FERDINANDO, OLIVERIO: «STATO SMANTELLI BARACCOPOLI»


“Abbiamo sempre detto che era emergenza e non soluzione”

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) – 11 GIUGNO 2018 –   “L’impegno dello Stato per San Ferdinando deve essere quello di smantellare il disumano accampamento degli immigrati” e farlo in tempi certi.

Lo chiede il governatore della Calabria, Mario Oliverio, ricordando che “come Regione abbiamo fatto il possibile perché’ cio’ accadesse e, pur senza averne competenza, ci siamo resi disponibili persino a finanziare con 300.000 euro, interamente a carico delle casse regionali, la realizzazione di una tendopoli. Abbiamo affermato, già’ allora, che la tendopoli che la Regione avrebbe fatto impiantare non era la soluzione, ma una risposta assolutamente emergenziale.

Ci si proponeva di togliere uomini, donne e bambini da una condizione peggiore di quella delle bestie e di garantire il minimo di condizioni di civilta’.Una tendopoli da attivare per un periodo limitato e transitorio in attesa che si promuovessero diverse forme di accoglienza”.

Il governatore aggiunge che “il nostro obiettivo e’ stato sempre quello di potenziare e tutelare forme diffuse di accoglienza e di integrazione. Noi non abbiamo mai voltato la faccia dall’altra parte.

Non bisogna avere remore, ancor piu’ dopo il vile assassinio del giovane del Mali, per affermare che la baraccopoli di San Ferdinando deve essere smantellata”. Per Oliverio e’ quindi necessario in tal senso “un progetto mirato a creare condizioni di accoglienza distribuita in modo diffuso. E’ necessario dare forza e fiducia al modello Riace per risolvere in modo giusto e degno di un Paese civile la vergogna della baraccopoli di San Ferdinando”.

A parere del governatore della Calabria “non vi e’ alcun dubbio che oggi si e’ creato un imbuto ostruttivo dal momento che a farsi carico dei processi di regolarizzazione della condizione degli immigrati debbono continuare ad essere esclusivamente i territori di approdo e di prima accoglienza.

Anche per questo, non possono esserci indugi: il modello Riace e’ davvero l’alternativa alla vergogna di San Ferdinando”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.