Stampa Stampa
33

MERCURIO SCRIVE A SINDACO E CONSIGLIERI, TUTTINSIEME PER SQUILLACE: «COSA SUCCEDE NELLA MAGGIORANZA?»


Mesoraca e Zofrea: «Lettera indirizzato anche a primo cittadino significa che si è aperta “verifica”»

di Fra. POL.

SQUILLACE (CZ) –  1 FEBBRAIO 2020 –  «Oggi (ieri, ndr) il presidente del consiglio comunale di Squillace Paolo Mercurio ha inviato una lettera, avente ad oggetto: “deposito atti consiglio comunale”, a tutti i consiglieri, al segretario, ai responsabili dei settori e, sentite e stupite, anche al sindaco.

Nella lettera chiede ai destinatari che tutti gli “atti inerenti alla sedute del consiglio, devono essere depositati entro i termini previsti dal vigente regolamento”».

Lo fanno sapere i consiglieri di opposizione del gruppo “TuttInsieme per Squillace” Oldani Mesoraca ed Enzo Zofrea.

«A questo punto  – aggiungono –  abbiamo sentito il dovere di rispondere per fare alcune precisazioni e, soprattutto, per chiedere cosa sta succedendo nella maggioranza che governa il Comune.

Abbiamo espresso al Presidente Mercurio il nostro stupore nel vederci recapitare questa lettera, “in quanto, malgrado un ulteriore sforzo di comprensione, non siamo riusciti a decifrarne il senso e gli obiettivi».

«Per quel che ci riguarda – dicono ancora -, abbiamo impostato il nostro lavoro, dal giorno dell’insediamento del Consiglio, sempre nel rispetto dello Statuto e del regolamento. Non ci pare che la stessa cosa si possa dire della sua presidenza.

In ogni caso, il buon senso – abbiamo scritto – avrebbe voluto che il presidente, per come prevede proprio il regolamento da lei citato, convocasse i capigruppo, qualora il problema fosse stato di natura politica. Se, invece, è di carattere tecnico, allora ha sbagliato destinatari».

«Ma ci consenta, però – sottolineano i due -, di fare una notazione politica, poiché non è molto usuale che il presidente di un consesso civico, espressione della stessa maggioranza che sostiene il sindaco, invii questa lettera, con questo tono, anche al primo cittadino.

Qualcosa ci sfugge, perché se è vero, come appare, che lei abbia voluto “bacchettare ” il sindaco, allora, per dare un senso alle cose, vuol dire che anche al Comune di Squillace, come a quello di Catanzaro e come avviene, in questi giorni, anche al Governo stesso, si é aperta una “verifica”.

«Ditelo ai cittadini – concludono Mesoraca e Zofrea -. Noi, aspettiamo gli esiti!»

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.