Stampa Stampa
72

MARIAPIA CRISAFULLI, UNA VIAGGIATRICE NEL MARE DEL TEMPO


Suggestione, musicalità e vigore nella raccolta di liriche ““Come un’Odissea”

 di Pina D’ALATRI

PRESERRE (CZ) –  10 APRILE 2019 – La raccolta di liriche “Come un’Odissea” di Mariapia L. Crisafulli è un’opera molto suggestiva, dotata di grande musicalità e vigore.

 Il tema centrale è quello del viaggio per mare, alla ricerca di un approdo difficile da raggiungere, anche se vicino. Tuttavia, anche se il percorso è pieno d’insidie, non preclude un approdo.

Bisogna aver pazienza e anche temerarietà e cercare,senza mai arrendersi e senza lasciarsi sconfiggere dalle delusioni e dalla fatica, la meta agognata.

 Tutti gli uomini sono schiavi del tempo e la vita risulta un‘odissea senza fine, solo pochi, sostenuti da una fede sicura,riescono a toccare la terra a cui anelano disperatamente.

Punto di riferimento della poetessa è la figura di Ulisse, l’eroe greco, emblema degli uomini di tutti i tempi che, dopo un percorso sofferto e travagliato, ritorna in patria maturo e consapevole.

Egli si rigenera dalle brutture e dalle sofferenze trascorse e nell’isola natale ritorna ad essere “compos sui”. Ulisse ha bisogno di avventure, per poi abbandonarsi alla quiete, nella patria tanto agognata.

La poetessa invece, attraverso il dominio delle parole, entra in contatto con il mondo della bellezza e dell’arte, s’impossessa degli oggetti e li filtra.

 Non ha bisogno di vagabondare in uno spazio aperto, il suo mondo  poetico è pieno di suggestioni e di stimoli. Ricchi di profonde risonanze interiori anche gli Haiku in versi liberi, brevi ma intense composizioni in cui si sente vibrare la vis poetica dell’autrice.

 Tutta la raccolta suggerisce al lettore di cercare vie di fuga dal grigiore quotidiano e di immergersi in una bellezza liquida rigenerante: il mare di Ulisse.

 La bellissima lirica “Itaca” di Kostantinos Kavafis rappresenta il leit motiv della raccolta.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.