Stampa Stampa
57

MALTEMPO, EMERGENZA SENZA FINE NEL CATANZARESE


Da San Pietro Lametino a Davoli, dove si sono verificati i danni maggiori, a Sellia Marina. Da San Vito sullo Ionio alla SS 106 continua il flagello di fango, voragini allagamenti di strade e case, evacuazioni famiglie

di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) – 6 OTTOBRE 2018 –  Non si ferma il lavoro dei vigili del fuoco del Comando Provinciale di Catanzaro per fronteggiare l’emergenza maltempo che da due giorni sta mettendo in ginocchio la Calabria.

Nottata di duro lavoro anche quella appena trascorsa.

Insistono le criticità nell’area del lametino. Interessati, in particolare, i Comuni di Lamezia Terme, Pianopoli, Feroleto, San Pietro Lametino, dove tra l’altro proseguono le ricerche del bimbo scomparso. A  Curinga, inoltre, sono state eseguite operazioni di prosciugamento e ripristino della viabilità in genere.

A  Sellia Marina , invece, allagamenti in due villaggi turistici con ospiti all’interno. I vigili hanno provveduto al prosciugamento con mezzo idrovora. Non si segnalano danni a persone.

Vigili in azione pure a San Vito sullo Ionio con interventi su aree interessate da smottamenti e prosciugamenti in genere.

Nella zona di Botricello le forti precipitazioni hanno provocato allagamenti sia sulla SS106 rimasta chiusa al traffico in entrambi le direzioni per forte presenza di fango e detriti e riaperta a traffico rallentato dopo qualche ore, che sulle vie interne del centro cittadino. Sul posto tre squadre Vigilifuoco coordinate dal Funzionario sul posto.

In supporto del Comando Catanzarese, sono regolarmente giunte le due colonne mobili della Campania (Benevento e Salerno) che hanno operato, rispettivamente, a Botricello e San Pietro Lametino.

Le forti precipitazioni hanno investito pure il territorio di Isca sullo Ionio. Notevoli le criticità sulla SS 106: sul posto una squadra vigili del fuoco del distaccamento di Soverato. Nessun danno a persone.

I maggiori danni, però nel Comune di Davoli. La tempesta di acqua e vento ha provocato allagamenti di gran parte delle abitazioni ai piani terra. Gli abitanti sono saliti ai piani superiori. Due famiglie di cinque persone sono state trasferite in zone sicure da personale Saf Fluviale.

Sul posto stanno operando quattro squadre tra cui la Sezione operativa di Salerno. Non si segnalano danni a persone.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.