Stampa Stampa
15

MAIERATO (VV) – E DAL LAGO ANGITOLA EMERSE UNA STATUA BRONZEA


Potrebbe trattarsi solo della base di un tavolino

Fonte: TELEJONIO

MAIERATO (VV) –  7 SETTEMBRE 2017 –  In tanti si sono mobilitati martedì scorso dopo il ritrovamento di una statua bronzea emersa dalle secche del lago Angitola, ma in realtà pare si tratti invece della base che regge un tavolino di cristallo, ormai fuori produzione. La marca sarebbe quella di una casa d’arredamenti di lusso. Tanti i commenti sui social di persone in possesso proprio dello stesso tavolino che hanno segnalato la cosa o ironizzato sul caso.

Dopo il ritrovamento si è ipotizzato che la statua fosse risalente ai primi anni del 900 come un reperto storico di grande interesse e c’è chi aveva anche parlato della nuova “Ninfa di Maierato”.

Il recupero è avvenuto da parte dei vigili del fuoco di Vibo Valentia. A seguito dell’avvistamento da parte di un passante nel lago, in questo periodo in secca, per il recupero è intervenuto il nucleo Speleo alpino fluviale. La statua è ora affidata ai carabinieri per le verifiche del caso. Soddisfazione anche dall’amministrazione comunale di Maierato che ha documentato il ritrovamento sulla sua pagina Facebook.

Sui social però, sono tanti i commenti arrivati dopo il ritrovamento, anche di chi ha fatto sapere che la stessa statua era possibile acquistarla online ad un prezzo di circa 3mila euro.

A scrivere alla nostra redazione invece, una lettrice che ci ha fatto sapere: “Io ho la stessa statua in bronzo che in realtà è un tavolino (manca il piano in cristallo), comprata 20 anni fa ad Amantea. Esisteva in bronzo e in altri due materiali, ora fuori produzione”. Saranno però ora solo ulteriori verifiche approfondite a svelarne la sua vera origine.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.