Stampa Stampa
68

LSU – LPU, A CHIARAVALLE C’È LA PROROGA DI QUATTRO MESI


Il Comune utilizzerà parte dei fondi stanziati dalla Regione Calabria

di REDAZIONE

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) –  1 GENNAIO 2019 –  Prorogati fino al 30 aprile 2019 i contratti dei lavoratori Lpu –  Lsu in servizio presso il Comune di Chiaravalle Centrale. La giunta ha adottato la delibera e i relativi atti consequenziali previsti dalla circolare di riferimento della Regione Calabria firmata dall’assessore Angela Robbe.

Un provvedimento che non risolve per intero la vertenza dei precari ma che, comunque, consentirà loro di trascorrere almeno un Capodanno più sereno. Per come spiegato dal sindaco di Chiaravalle, Mimmo Donato, “in assenza dei fondi nazionali per l’avvio delle procedure di stabilizzazione, la Regione ha messo ha disposizione per l’intero bacino dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità (5mila persone in tutta la Calabria), circa 38 milioni di euro”.

Somme “sufficienti a coprire solo i primi quattro mesi dell’anno che sta per iniziare”. Dopo settimane di contrasti interni al governo Conte, manca ancora, invece, la copertura prevista dalla nuova manovra finanziaria varata dal Parlamento.

Ulteriori risorse che consentirebbero una successiva proroga fino a ottobre del 2019. Resta, pertanto, una pesante incognita sul futuro per migliaia e migliaia di precari storicizzati calabresi che, in molti enti locali, garantiscono, da quasi 20 anni, la continuità dei servizi essenziali.  

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.