Stampa Stampa
81

L’AMORE DI UNA MAMMA


Forza indiscutibile della famiglia, affetto e amore incondizionato. Per tale motivo, non bisogna ricordarla e osannandola un solo giorno, ma rispettarne la figura e la presenza sempre

di Rossella NASSO

PRESERRE (CZ) –  9 MAGGIO 2021 –  La mamma, una figura che nessuno mai potrà sostituire, un vuoto quando viene a mancare che nessuno riuscirà mai a colmare. Difatti di mamma ce n’è un sola e per questo, ogni anno, le dedichiamo un giorno in cui tutte le nostre attenzioni si moltiplicano celebrandola la seconda domenica di maggio. Il significato della sua festa è quello di ringraziare tutte le mamme del mondo per tutto l’amore che ci offrono quotidianamente.

La festa racchiude in sé molteplici significati.

La mamma, origine della nostra vita, è la forza indiscutibile della famiglia, affetto e amore incondizionato. Per tale motivo, non bisogna ricordarla e osannandola un solo giorno, ma rispettarne la figura e la presenza sempre.

Negli ultimi anni, i regali hanno quasi sostituito l’attenzione sul vero significato morale di questa Santa giornata. Eppure mai come in questo momento storico sarebbe opportuno presentarsi a mani vuote, ma con il cuore pieno di amore, attenzione, presenza, elogiandone il ruolo.

Da sempre, dalla nascita del mondo, i genitori hanno ruoli distinti e diversi, ma la mamma è il vero collante della famiglia, infatti quando una casa è vuota della sua presenza, seppur la vita deve andare avanti, non sarà più la stessa casa.

Dunque il mio pensiero oggi, è per tutte quelle figlie/i che l’hanno persa, giovane o anziana, il sangue non ha età, non sentitevi soli, magari non vi attenderà più sull’uscio di casa, non vi preparerà un piatto caldo, non vi spiegherà la vita, ma sarà la vostra guida invisibile, un bellissimo angelo che vi indicherà la via della vita, impervia o meno che sia.

 Fate tesoro della sua esperienza, con essa possederete il gioiello più prezioso da custodire nel vostro portagioie più caro, il cuore e la mente, poiché, dentro ai ricordi c’è la nostra vita, forse l’unica immortalità che ci è concessa perché grazie a loro possiamo rimanere vicini.

Diversamente chi ancora gode della sua presenza, non dimentichiamola, ma alimentiamone l’amore con la nostra presenza e vicinanza, con attenzione, con gesti d’amore, con carezze che prima o poi cesseranno poiché il ciclo della vita.

Finché possiamo, diamola, stringiamola, un giorno essa ci mancherà disperatamente, seppur la cercheremo perché bisognosi non la troveremo poiché vuota della vita, rimanendo orfani di quell’amore che solo una mamma può e sa donare.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.