Stampa Stampa
355

LA CHIARAVALLESE EMANUELA NERI IN GRUPPO LAVORO DIPARTIMENTO NAZIONALE PARI OPPORTUNITÀ PD


Emanuela Neri

Il team ha già aperto i lavori con un primo incontro. L’obiettivo riuscire a creare sinergia tra il livello istituzionale e le sensibilità territoriali al fine di mettere in campo una serie di proposte per l’affermazione di una società più giusta

di REDAZIONE 

 PRESERRE (CZ) –  12 FEBBRAIO 2021 –  La pandemia da Covid19 ha reso drammaticamente più evidenti ed accentuate le diseguaglianze che, da molto tempo, caratterizzano la vita degli italiani.  Soprattutto le donne e i giovani stanno pagando lo scotto maggiore.

E’ necessario accelerare la ripartenza di tutto il sistema paese, avendo come agenda degli obiettivi precisi. Le donne del Partito Democratico, in un recente webinar (un seminario), hanno discusso sul tema della ripartenza, proponendo un nuovo patto sociale per la costruzione di una società ed un sistema più giusto per tutte e tutti. Un progetto che hanno voluto denominare Women New Deal, in analogia con l’imponente piano di riforme economiche e sociali che consentì agli U.S.A. di combattere e superare la grave crisi economica del 1929. Un modo per sottolineare la rilevante crisi economica e sociale del Paese, aggravata oltremodo dagli effetti della pandemia.

Il dipartimento nazionale pari opportunità e famiglia del Pd presieduto da Lucia Bongarzone ha costituito un importante gruppo di lavoro composto da rappresentanti provenienti da tutta Italia tra queste anche la calabrese Emanuela Neri, della segreteria provinciale del P.D. di Catanzaro e consigliera comunale di opposizione a Chiaravalle Centrale.

Il team ha già aperto i lavori con un primo incontro. L’obiettivo riuscire a creare sinergia tra il livello istituzionale e le sensibilità territoriali al fine di mettere in campo una serie di proposte per l’affermazione di una società più giusta.

Fra queste, spiccano le politiche attive per l’aumento e il sostegno dell’occupazione femminile, soprattutto giovanile; investimento di risorse per la creazione di un’efficiente rete integrata di servizi sociali, così come per una medicina territoriale la cui insufficienza ed inefficienza, soprattutto in alcune aree del Paese, ha influito negativamente nella gestione della pandemia; rilanciare l’importante e decisivo settore della scuola per la crescita e formazione delle nuove generazioni. Azioni forti e decisive di lotta agli stereotipi per un progetto di vita ambizioso e libero dunque sulla scuola diventa necessario un investimento strategico per il futuro dell’Italia.

Adesso, con il recovery fund, le risorse economiche ci sono, non sono concessi alibi. E’ solo questione di volontà e scelta politica.

 Il Governo che sta per essere varato nei prossimi giorni a guida Draghi, scongiurata ogni cattiva sorpresa, può essere uno straordinario acceleratore anche per il raggiungimento degli obiettivi indicati nel nuovo patto sociale elaborato dalle donne del Partito Democratico.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.