Stampa Stampa
10

LA CALABRIA CHE CICAS VUOLE


Riceviamo e pubblichiamo:

PRESERRE (CZ) –  10 GENNAIO 2020 –  La Calabria che la Cicas (Confederazione Generale Imprenditori Commercianti Artigiani Servizi e Turismo ) vuole :

-800 Km di coste devono diventare la Risorsa Economica della Regione , Blu Economy è la parola Chiave.

 – la Rete Portuale presente in tutto il perimetro costiero deve diventare sinergia di trasporto e spostamenti.

 – le Risorse Naturali devono essere elevate a sinergia qualificata di Turismo e Trasporti.

– la comunicazione deve diventare una normalità, i Comuni devono disporre aperture di punti informativi sulla Finanza Agevolata , Finanza diretta dall’Europa e Finanza Regionale , così da rendere effettiva la spesa di tutti i contributi finanziari comunitari proposti dallo Stato e dalla Regione .

 – Cultura di Impresa significa conoscenza ed informazione , questo produce occupazione e crescita.

 -157 Comuni al disotto dei 5.000 abitanti sono una risorsa se politiche mirate alla loro esaltazione sono guidate all’applicazione di itinerari caratterizzanti per le proposte enogastronomiche , paesaggistiche e artistiche in essi presenti.

– il sistema viario non può essere oltre dimenticato , va predisposto un grande progetto che metta in reale applicazione un sistema veloce di trasferimento , Lamezia Crotone Sibari .

– il sistema ferroviario va ripensato attuando una rete di Metropolitana di Superfice , incentivando ipotesi di nuove Società dei Trasporti Private che gestiscano la Metropolitana di Superficie .

– il sistema Aeroportuale non può e non deve concentrarsi solo su Lamezia Terme , serve urgente una qualificazione di Crotone e Reggio Calabria .

 – l’incremento di Aziende Agricole deve essere una priorità, la qualificazione delle stesse passa anche sopra- tutto con strumenti idonei di pianificazione sostenibile e finanziamenti appropriati per rendere produttive e competitive le aziende nel mercato.

– sanità, è urgente la nomina di un Assessorato Regionale , capace di superare le incrostazioni dettate da una crisi di gestione inconsulta che ha causato la paralisi economica . Introduzione dei prezzi standard e qualificazione della spesa , garanzia di cura e ampliamenti dei posti letto per le case di cura , rsa, medicali è un imperativo al quale non ci si può sottrarre stante la richiesta dei territori . La qualificazione dei reparti ospedalieri , intensificazione dei medici e infermieri appare urgente e non procrastinabile , maggiore attenzione a crescita di Cooperative Infermieristiche e Mediche che possano attuare l’assistenza domiciliare con organizzazione di strutture mobili autoambulanza per il trasporto in ospedale .

Maggiore attenzione ai Servizi domiciliari consente una maggiore cura ed assistenza agli anziani e ai più emarginati .

Centri Villaggi per portatori di handicap e autistici , stante alle doti terapeutiche soprattutto del mar Ionio , rappresentano caratteristiche fondamentali per le cure e attraggono il mondo della disabilita da tutta Italia.

Promozione della Calabria , riprendendo il vecchio slogan Calabria Perla del Mediterraneo è necessario , qualificando lazione attraverso una formazione intensa e continua degli imprenditori turistici nella loro globalità, ulteriore attività messa in campo da burocrati insipienti ed Assessori regionali incompetenti non è più plausibile per questa terra martoriata e mortificata nella sua soggettività.

TURISMO, per chi non lo sapesse ancora , è un Prodotto derivante dalla interazioni di vari fattori .

TURISMO è TECNICA NON FILOSOFIA COME FONO AD OGGI È STATO INTESO DA TUTTI GLI INCOMPETENTI CHE SI SONO SUSSEGUITI ALLA GUIDA DI QUESTO IMPORTANTISSIMO COMPARTO.

TURISMO è: non solo mare, montagna o sole, turismo è trasporti, turismo è rete viaria, turismo è rete ferroviaria, turismo è aeroporti, turismo è sinergia tra i porti, turismo è strutture ricettive, turismo è taxi , bar, ristoranti, pub, centri informativi, discoteche, teatri, concerti, eventi, turismo è fruizione di beni culturali, turismo è fruizione di beni culturali ed artistici , turismo è fruizione di risorse naturali, turismo è via dell’Enogastronomia, turismo è Artigianato qualificato, Turismo é viatico musicale, è viatico di tradizioni popolari, turismo è infrastrutture ludiche e sportive, turismo è qualificazione del Commercio, dell’ambulantato, dell’artigianato .

TURISMO è caratterizzazione dei piani Urbanistici, dei Piani per le Spiagge, Turismo é salvaguardia ambientale dei corsi d’acqua, fiumi e torrenti, turismo è depurazione ….ecco in sintesi se la Calabria riuscisse a darsi quale tema di Sviluppi  “il Turismo” con soggetti consapevoli di cosa esso rappresenta allora potrebbe finalmente uscire dalla mortificazione della sua soggettività negata e mortificata e fare interagire, Urbanistica, Lavori Pubblici, Trasporti, Istruzione, Attività Produttive, Servizi Sociali, Sanità, Ambiente, tutti quali fattori che in relazione esaltano il PRODOTTO, ” IL TURISMO “.

Dr. Giuseppe Mazzullo, Direttore Generale CICAS

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.