Stampa Stampa
32

KAROL WOJTYLA, IL PAPA CHE CAMBIÒ LA STORIA: A CARDOLO DI FEROLETO ANTICO IN PREGHIERA NEL SANTUARIO A LUI DEDICATO


Entrarci e pregare apre  il cuore e lo riempie di pace,  serenità e senso di fratellanza

di Giampiero TAVERNITI

FEROLETO ANTICO (CZ) –  18 OTTOBRE 2021 –  Nella 43 esima ricorrenza della nomina a Santo Padre della Chiesa Cattolica, di Karol Wojtyla, vescovo di Cracovia, che ricorreva sabato scorso, 16 ottobre, non potevamo che non festeggiarlo, onorarlo e venerarlo a Cardolo di Feroleto Antico ,nel catanzarese, presso il santuario dedicato a Lui, San Giovanni Paolo II.

Esatto, la chiesa di un Santo, quella che sette anni fa, fu eretta in questo silenzioso e tranquillo centro della provincia di Catanzaro, nella Diocesi di Lamezia Terme.

Entrarci, pregare e vedere quella statua, apre  il Cuore e lo riempie di pace, serenità e senso di fratellanza che nei suoi  anni di Pontificato ha sempre diffuso per le “strade del mondo”, unitamente all’importanza fondamentale del valore della famiglia, arrivando a definirla come “lo specchio in cui Dio si guarda e vede i due miracoli più belli che ha fatto: donare la vita e donare l’amore.

“Parole Sante, di un uomo venuto da lontano,ma che a tutti noi è stato sempre vicino.

Parole intrise di umanità e forte verità, quelle riferite al valore e all’importanza della famiglia, perché nelle comunità le famiglie sane, sono come gocce fresche di pace che andranno ad alimentare il tanto agognato “mare di pace”di cui il globo ha fortemente bisogno ed ogni uomo ha il dovere di alimentare, perché come diceva San Giovanni Paolo II, “la  pace non può regnare tra gli uomini se prima non regna nel cuore di ciascuno di loro”.

Luogo sacro,silenzioso che in questi giorni, accoglierà tanti fedeli devoti, in momenti di preghiera di forte raccolta spirituale, intrise di pace che il nostro Santo Giovanni Paolo II, prima nel suo passaggio terreno di prete del mondo ha dato e oggi nella sua Santificata Preghiera continuerà ad alimentare, al pari di ognuno di noi semplici uomini dovremo fare, discostandoci per una volta dalla virtuale ricchezza ed avvicinandoci a quella vera, perché come diceva e dimostrava Lui, “ricco non è colui che possiede, ma colui che dà, colui che è capace di dare.”

Dopo questa visita al Santuario, siamo più ricchi e la ricchezza più importante, è stata aver recitato la preghiera a quello sconosciuto vescovo polacco che diventato papa e poi Santo ha lasciato un segno importante alla comunità,  ha diffuso la parola della Pace ,di nostro Signore.

Preghiera a San Giovanni Paolo II

San Giovanni Paolo II,

Tu Sei stato per la chiesa,

Pastore coraggioso,

Infaticabile annunciatore del Vangelo,

Pellegrino nel nome di Cristo,

sulle strade del mondo,

testimone, anche sulla croce,

della bontà di Dio.

 Ti chiedo

di presentare al Padre dei Cieli

la mia preghiera

perché con il dono dello Spirito Santo

mi apra la verità che è Cristo

e ti prego di ottenermi la grazia

che tanto desidero.

AMEN

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.