Stampa Stampa
6

ISTITUTO DEGLI INNOCENTI, POSTA ITALIANA OMAGGIO VI CENTENARIO FONDAZIONE


Emesso francobollo serie tematica “Il Senso Civico”

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) – 24 OTTOBRE 2019 –  Poste Italiane comunica che è stato emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Senso Civico” dedicato  all’Istituto degli Innocenti, nel VI centenario della fondazione, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10 euro.

Tiratura: cinquecentomila esemplari

Foglio da quarantacinque esemplari.

 Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in  rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente.

Bozzetto a cura di Rita Fantini.

La vignetta raffigura un particolare della facciata dell’Istituto degli Innocenti in Piazza della Santissima Annunziata in Firenze realizzato dal Brunelleschi nel XV secolo; in primo piano a destra, uno dei putti in terracotta di Andrea della Robbia, posti a coronamento del loggiato.

Completano il francobollo la leggenda “istituto degli innocenti”, “firenze”, “VI centenario”  la scritta “Italia” e l’indicazione tariffaria “B”.

L’annullo primo giorno di emissione è disponibile presso l’ufficio postale di Firenze 7.

Il francobollo ed i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi, possono essere acquistati presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it.

E’ stato realizzato anche un folder in formato A4 a due ante contenente il francobollo, una cartolina annullata e affrancata e un busta primo giorno di emissione, al costo di 12 euro.

L’Istituto degli Innocenti di Firenze è la più antica Istituzione pubblica italiana dedicata all’accoglienza dei bambini e alla loro educazione che da sei secoli rinnova il suo impegno nella difesa e nella promozione dei diritti dell’infanzia. L’Istituto celebra nel 2019 il Seicentenario, a cui è stato concesso l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con un programma di eventi e iniziative che raccontano il suo passato ma soprattutto il suo presente.

Era il 1419 quando, grazie al lascito testamentario di un mercante, Francesco Datini, iniziò la costruzione in piazza Santissima Annunziata a Firenze del primo edificio dell’architettura rinascimentale progettato da Filippo Brunelleschi per lo “Spedale degli Innocenti”.

Al più importante architetto dell’epoca si affidava la realizzazione di un luogo che racconta l’attenzione che l’Umanesimo fiorentino dedicò all’infanzia abbandonata, un luogo che da sei secoli coniuga“bellezza” e “accoglienza”. Per l’Istituto degli Innocenti venne progettato un edificio innovativo dal punto di vista architettonico dove si sarebbe sviluppata un’iniziativa che era innovativasotto il profilo sociale.

Il complesso monumentale dell’Istituto degli Innocenti è stato sviluppato nel tempo in ragione dell’evoluzione delle attività svolte dalla Istituzione a favore dei bambini e delle famiglie, attraverso un intreccio unico al mondo tra la straordinarietà delle funzioni e la qualità delle realizzazioni architettoniche, documentato con eccezionale ricchezza dai materiali conservati nell’Archivio storico dell’Istituto e raccontato ai visitatori nei percorsi del Museo degli Innocenti.

L’Istituto degli Innocenti oggi è una Azienda pubblica di Servizi alla Persona e porta avanti il suo impegno e il suo lavoro in diverse attività che vanno dall’accoglienza, che è rimasta nei secoli il cuore della sua missione, ai servizi educativi che si avvalgono di una costante ricerca di innovazione e qualità rivolta ai piccoli; dalla ricerca al monitoraggio e alla documentazione di fenomeni che riguardano bambini e ragazzi, dalla formazione alla progettazione europea, fino alla collaborazione con vari soggetti e istituzioni a livello locale, regionale, nazionale e internazionale a sostegno delle politiche in favore dell’infanzia e dell’adolescenza.

L’Istituto promuove i diritti attivi di bambini e ragazzi così come sanciti dalla Convenzione Onu adottata a New York il 20 novembre 1989.

Tra i principali partners istituzionali dell’Istituto ci sono:la Presidenza del Consiglio dei Ministri (Ministero delle Pari Opportunità e della Famiglia per la gestione delle attività del Centro nazionale di documentazione e analisi per l’infanzia e l’adolescenza e per il supporto tecnico scientifico all’Osservatorio di contrasto alla pedofilia, CAI, Commissione per le Adozioni Internazionali), il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’Autorità Garante nazionale per l’infanzia, la Regione Toscana, anche per le attività legate al Centro regionale di documentazione per l’infanzia e l’adolescenza, il Comune di Firenze e il Comune di Napoli.

Alla cerimonia ufficiale di inaugurazione delle celebrazioni del Seicentenario dell’Istituto degli Innocenti, lunedì 11 febbraio 2019, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha descritto l’Istituto come “un’iniziativa di avanguardia sul piano sociale” e il Seicentenario l’occasione per ricordare non una storia passata “ma una storia dell’oggi proiettata verso il futuro”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.