Stampa Stampa
38

ISRAELE, IMPORTANTE AVAMPOSTO CRISTIANO NEL NORD AFRICA


Incontro a Santa Maria del Cedro fra il rabbino Shola Beth Shlomo e il vice presidente della Dc Internazionale Giovanni Monorchio

di MARIA TERESA MONORCHIO (Macerata) –  www.ilpopolo.news 

PRESERRE (CZ) – 29 AGOSTO 2019 –  Una sera con cielo stellato, fresca, senza umidità, nella nostra terra che produce il frutto sacro di Israele, il Cedro, scelto sulle piante uno ad uno dai Rabbini, che vengono apposta ogni anno in estate, in questo angolo di Paradiso climatico che si trova in Calabria, nel Comune di Santa Maria del Cedro.

L’appuntamento è con il Rabbino SHOLA BETH SHLOMO, della Sinagoga di Porta Romana, in Corso Lodi, a Milano, per un dialogo con il Vice Presidente della Democrazia Cristiana Internazionale e Presidente Vicario del Comitato giuridico e per le garanzie statutarie della D.C. Geom. GIOVANNI MONORCHIO.

Un dialogo su vari temi come come ad esempio le radici comuni nella Religione, l’integrazione di popoli, i valori nella fede, la difesa del territorio e la libertà di pensiero.

Le radici religiose sono senz’altro comuni, se non uguali.

Certo con differenze importanti, dettate dalla posizione geografica, dalla cultura storica che vedeva il popolo Romano con il suo Impero e il popolo Ebraico che usciva dalla schiavitù Egiziana dei Faraoni.

Gli Ebrei, nostri fratelli, con visioni diverse, ma anche bistrattati per qualsiasi motivo, alla ricerca della loro terra in Palestina.

E non è come si dice e come vogliono far credere, che la hanno tolto ai locali che la abitavano.

In realtà sono ritornati nella terra del loro credo, con grandi sacrifici e perdite umane, laddove è stato costruito uno Stato di credenti, con all’interno anche la coabitazione di popolazioni Arabe, così come Palestinesi.

Sarebbe auspicabile – quanto prima – giungere ad una forma di Stato come gli Stati Uniti d’America, che per quanto si possa dire, hanno sottratto le terre agli Indiani, nativi di quelle terre.

Certo gli interessi contrapposti, come le Etnie con una forte forma culturale/rurale dedita alla pastorizia, dal punto di vista del territorio libero, non ha permesso nessuna formula di dialogo condivisa tra le parti.

Si spera che tra almeno una decina di generazioni ci sia una vera integrazione tra gli interessi contrapposti.

Con il Rabbino SHOLA BETH SHLOMO, si è parlato dei ghetti come forma di aggregazione importante  con all’interno la Sinagoga.

Ma questo avviene con i ghetti o quartieri abitati da Cinesi, Africani, Sud Americani, Asiatici, come dell’Est Europa, con la differenza che quelli che si avvicinano per radice storica è con gli Italiani, dove all’interno del quartiere hanno la loro chiesa o luogo di aggregazione cattolica, come i fratelli Ebrei con la Sinagoga.

In tutto il mondo cercano di discriminare gli Ebrei come gli Italiani per la loro capacità, intelligenza e forza, come lo dimostra la Storia passata e scritta e la Storia attuale, per tutto quello che vogliono dire le altre potenze Mondiali.

Ma gli Italiani sono tra le prime sette forze del Mondo, così come gli viene riconosciuta la sua forza al giovane stato Israeliano.

Vogliamo ricordare che dopo la seconda guerra mondiale, il nostro Presidente Alcide De Gasperi ha portato a casa il Piano Marshall e  questo è avvenuto grazie ai fratelli Ebrei.

Sarebbe opportuno creare una forza mista italo israeliana, per il pattugliamento dei propri mari e delle acque internazionali limitrofe a tutela dei confini Italiani/europei e israeliani, noi come confini italici europei e israeliani come avamposto  con radici in parte cristiani di interessi comuni.

Il Rabbino, per saggezza ed esperienza, evita di entrare in commenti politici, ma quando viene informato della ricostruzione della Democrazia Cristiana, annuisce con interesse.

Conosceva Luigi Sturzo, Nunzio apostolico a New York,  così come il Presidente Alcide De Gasperi. Annuisce con interesse all’idea esposta della ricostruzione documentale con atti pubblici che dimostri la continuità storica del partito fondato da Sturzo e De Gasperi, dal 1943 ad oggi.

Quando gli viene comunicato che verrà pubblicata la documentazione, sul sito internet della D.C., per dimostrare a tutti che siamo la vera Democrazia Cristiana, tra i commenti approvava il modo semplice e intelligente per non far parlare più nessuno tra gli ignoranti e gli infami.

Onde poter tappare definitivamente la bocca a chi ha interesse a creare false notizie per nascondere malversazioni, per nascondere appropriazioni non legittime, appropriazioni indebite e una serie di reati vari.

Giovanni Monorchio ha provato a spiegare che sicuramente un tesserato di un partito non è più di quel partito quando viene eletto in una altra formazione politica. Egli viene automaticamente espulso e non può più rappresentarlo più a nessun titolo in nessun posto.

Si è parlato di immigrazione, che deve essere regolamentata all’origine, nel Paese del richiedente, per evitare che a lungo andare vengano a crearsi motivi di forte contrapposizioni tra le popolazioni.  Va infatti preteso il rispetto delle leggi e delle religioni di quel Paese, delle forme sociali e all’educazione civica e sociale.

Si è parlato del Cedro, frutto sacro per gli Ebrei, che vengono in Calabria, nel Comune di Santa Maria del Cedro, dove i Rabbini vengono a sceglierli sulle piante uno per uno, devono essere puri.

Il Cedro cresce in un microclima perfetto. Infatti le cedraie danno ottimi frutti. Il Cedro viene utilizzato anche nella pasticceria, gelateria, cosmesi, olii essenziali, bibite, liquori, ed altro. Preso quotidianamente agisce con ottimi benefici nell’apparato gastrointestinale, buon sanificante.

Al termine dell’incontro si è rimasti intesi di incontrarci nuovamente a Milano presso la Sinagoga di Corso Lodi, a Porta Romana, insieme alla responsabile Regionale Lombarda e della Provincia di Milano la Rag.ra MARIA LEONE, per aprire dialoghi costruttivi sugli interessi socio culturali comuni.

Il Rabbino SHOLA BETH SHLOMO è poco avvezzo all’informatica. Insegna ai bambini e giovani con metodi tradizionali, che aiutano a sviluppare meglio l’intelligenza e la logica, per poi migliorarla dopo lo sviluppo anche con strumenti informatici.

Mi permetto di lasciarvi con questa riflessione di ricerca in queste parole: CEDRO, MIRTO, PALMA E SALICE.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.