Stampa Stampa
39

ISCA SULLO IONIO (CZ) – MIGRANTI, TORNA “L’ALBERO DI CANTO”


Amministrazione comunale ha recuperato spirito originario della manifestazione: favorire l’incontro tra culture diverse e valorizzare quella locale

di REDAZIONE 

ISCA SULLO IONIO (CZ) – 19 AGOSTO 2015 –  «Dopo una lunga pausa, ritorna “L’Albero di Canto”: l’Amministrazione Comunale di Isca sullo Ionio, con uno sforzo economico importante in tempi di tagli ai bilanci degli enti locali, ma con la consapevolezza del valore storico di una manifestazione che negli anni scorsi è stata un modello nella valorizzazione dei centri storici e della cultura locale, ha deciso di rinnovare un festival che quest’anno si presenta come Incontri Musicali del Mediterraneo».

Lo si apprende in una nota dell’amministrazione comunale. «La presenza dello Sprar e dei migranti – aggiungono dal Comune-  l’esperienza svolta in questi anni e un dibattito dai toni sempre più intensi all’interno dell’opinione pubblica nazionale, hanno spinto nella direzione di recuperare lo spirito originario della manifestazione: l’incontro delle culture, le diverse possibilità per i centri dell’interno e le comunità, sempre più residuali nella geografia della Calabria».

L’apertura è dedicata al tema “Le città dell’accoglienza”. Dopo i saluti del Sindaco Carlo Pantusa e del Presidente della Provincia di Catanzaro Enzo Bruno, ci sarà l’introduzione di Piero Caroleo, Direttore della Coop Atlante, ente gestore del progetto Sprar “Isca Accoglie”.

A seguire gli interventi di Assunta Fiorentino, Coordinatrice Centri Informazione e Orientamento Immigrati Asp  di Catanzaro; Nerina Renda, Referente area IV Prefettura di Catanzaro; Mario Talarico, Sindaco del Comune di Carlopoli – Sprar “Al Baìt”, nonché testimonianze degli ospiti del Centro di accoglienza.

Le conclusioni sono affidate a Giovanni Manoccio, Vicesindaco di Acquaformosa e coordinatore degli Sprar della Provincia di Cosenza.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.