Stampa Stampa
24

INFORMAZIONE, ARGIRÒ: «GORNALISTI SIANO SENTINELLE DI VERITÀ »


Donatella Argirò

Riceviamo e pubblichiamo: 

PRESERRE (CZ) –  19 OTTOBRE 2020 –  I cittadini fanno molto affidamento sui media per mantenersi attuali ed aggiornati su una serie di argomenti ed in particolare sulle questioni importanti.

I giornali (cartacei o online) nonché le trasmissioni televisive sono una delle principali fonti di notizie.

Mentre la persona guarda o legge attraverso le varie forme di media, dovrebbe avere un occhio critico. Questo perché gli articoli di notizie ci bombardano con fatti, cifre, opinioni e proiezioni.

Sebbene lo scopo principale delle notizie sia quello di informare oggettivamente le persone sugli eventi recenti o non, purtroppo non è sempre così.

Non tutte le notizie, infatti, si basano sulla verità. I mass media vengono spesso utilizzati per diffondere una questione importante a sostegno di determinati partiti o di correnti politiche.

È la storia che nelle varie epoche ci ha insegnato come i mass media sono stati utilizzati per influenzare le opinioni personali, modificare il pensiero se non addirittura come lavare il cervello delle persone.

La notizia deve essere per così dire “degna di nota”, non si può, quindi, manipolare o inventare una storia per sostituire un fatto, perché le persone, una volta che hanno ottenuto informazioni sbagliate, cercheranno di giudicare qualcosa o qualcuno con ciò che hanno ottenuto dalle notizie, anche se non sempre hanno idea di quale sia la verità.

Naturalmente sta a ciascuno di noi creare ordine all’interno di questa massa di notizie per trovare gli schemi che ci aiuteranno a capire cos’è vero, cosa potrebbe essere vero e cosa è difforme dalla verità. Per fare tutto questo, c’è bisogno di avere una vera coscienza su ciò che è oggettivo e ciò che è soggettivo.

Ora più che mai, i giornalisti hanno un ruolo cruciale da svolgere nella società. Raccontando, nella cronaca, gli eventi attuali della vita contemporanea, spesso ci rappresentano quanta poca importanza abbiano veramente gli eventi.

Ed allora le notizie false causano tanti problemi alla società. Questo è anche un motivo per cui alcuni articoli sono così popolari, perché chi scrive la notizia falsa sa che buona parte dei lettori ha il gusto della fiction.

Oggi, la libertà di pensiero è indebolita dalle bugie che arrivano a ondate e ci martellano, ci condizionano. Anche gli uomini più importanti, che vogliono rispettare le regole, hanno difficoltà a fronteggiare il ciclo di notizie non veritiere e devono profondere non pochi sforzi per smentire storie che sembrano uscire dal nulla e sono state inventate per fare notizia.

Diceva bene Albert Einstein testualmente: “The most important human endeavor is the striving for morality in our actions”, ovvero “Lo sforzo umano più importante è la ricerca della moralità nelle nostre azioni”. Tutti i giornalisti dovrebbero abbracciare e fare proprio questo concetto e divenire “Sentinelle della verità”.

Donatella Argirò, candidata al Consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.