Stampa Stampa
34

INCHIESTA “HELIOS”, IL FATTO: «CATALFAMO INDAGATA ANCHE PER CONCORSO ESTERNO»


“Potrebbe aver favorito le famiglie mafiose reggine”

Fonte: ILFATTOQUOTIDIANO

PRESERRE (CZ) –  28 GIUGNO 2020 – Come riporta oggi Il Fatto Quotidiano in un articolo a firma di Lucio Musolino, l’assessora alle Infrastrutture della Regione Calabria, Domenica Catalfamo, sarebbe indagata non solo per corruzione, ma anche per concorso esterno con la ’ndrangheta.

L’articolo a firma di  Musolino è un “ritorno” sull’inchiesta “Helios” della Dda che ha portato all’amministrazione giudiziaria le società Avr e Ase.  

Tra loro 8 amministratori del Comune di Reggio Calabria, del Consiglio comunale, della Città Metropolitana, del Consiglio regionale ed ex provinciale e del Comune di Taurianova ai quali sono contestati reati contro la pubblica amministrazione per indebite pressioni per l’assunzione di personale segnalato.

Catalfamo, prima di diventare un membro della giunta regionale, era responsabile del progetto per i lavori della strada Gallico-Gambarie.

Il quotidiano diretto da Marco Travaglio, inoltre, specifica che Catalfamo, secondo gli inquirenti, «potrebbe aver favorito le famiglie mafiose reggine.

Il sospetto vale anche per l’amministratore unico della società Claudio Nardecchia, un imprenditore romano noto in Calabria e in Toscana».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.