Stampa Stampa
97

INCHIESTA EOLICO A SAN VITO: IERI L’ARRESTO, OGGI LE DIMISSIONI DEL SINDACO ALESSANDRO DORIA


San Vito sullo Ionio, il municipio

Si dimettono anche i consiglieri di opposizione

di REDAZIONE

SAN VITO SULLO IONIO (CZ) –  23 APRILE 2020 –  L’arresto di ieri del sindaco Alessandro Doria nell’ambito di un inchiesta su presunte tangenti per la realizzazione di un parco eolico sul territorio comunale apre una voragine politico  – amministrativa.

Doria, infatti, ha rassegnato le dimissioni da sindaco. 

 Oltre al primo cittadino si sono dimessi anche i consiglieri di opposizione.

Ecco il testo completo della lettera contenente le motivazioni del gesto:

“I sottoscritti Consiglieri Comunali di minoranza del Comune di San Vito sullo Ionio: Rubino Luigi, Bilotta Vito e Tino Antonio, con la presente comunicano le proprie dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale.

Tale decisione fa seguito al provvedimento restrittivo adottato della Dda di Catanzaro ed eseguito in data odierna che, per le motivazioni riportate, ci induce a ritenere non sussistano più le condizioni per il permanere di questo Consiglio Comunale dal quale ci dissociamo”.

“I sottoscritti hanno da sempre contestato i metodi e i modi adottati dall’Amministrazione Comunale nella gestione della cosa pubblica con le opportune segnalazioni sia in Consiglio Comunale sia nelle sedi preposte, Procura della Repubblica e Corte dei Conti di Catanzaro.

Sin dall’insediamento avvenuto nel giugno 2017, gli scriventi ritengono di aver svolto, in seno al Consiglio, il loro ruolo per far rispettare un agire trasparente e legale e di avere dato il proprio contributo nell’interesse di tutta la comunità Sanvitese”. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.