Stampa Stampa
123

IMPIANTO RIFIUTI IN FIAMME A SQUILLACE, ZOFREA: «LO STATO C’È»


Il consigliere comunale di opposizione: “Tutti insieme vinceremo sfida contro criminalità”

di Fra. POL. 

SQUILLACE (CZ) –  7 OTTOBRE 2020 –  «Seguo con molta preoccupazione le notizie sulle conseguenze dell’incendio al deposito di stoccaggio rifiuti della Eco – management.

Oltre al danno materiale, vanno considerate le possibili ricadute sanitarie che potrebbero interessare non soltanto il territorio squillacese ma anche quelli limitrofi».

Lo afferma Enzo Zofrea, consigliere comunale di opposizione del gruppo “TuttInsieme per Squillace” e segretario del locale circolo Pd “S. Pertini”.

Zofrea aggiunge: «Mi riferisco alle conseguenze sulla salute e sulla vita di tutti i giorni della popolazione. A tutto ciò si aggiunge anche la dichiarazione, di pochi minuti fa, del direttore generale dell’Arpacal, Domenico Pappaterra, che in merito agli ultimi eventi criminali che hanno interessato alcuni impianti di trattamento o stoccaggio di rifiuti in Calabria, dichiara: “E’ fin troppo evidente che la Calabria in queste settimane sia sotto un vero e proprio attacco criminale- ambientale al quale dobbiamo necessariamente, tutti insieme, rispondere nella maniera più opportuna facendo squadra.

I diversi incendi che hanno interessato gli impianti di trattamento o stoccaggio di rifiuti, a Siderno come a Motta San Giovanni, a San Gregorio d’Ippona come a San Giovanni in Fiore, a Corigliano-Rossano così come quello di ieri a Squillace, non possono essere considerati una mera casualità”.

La criminalità organizzata ha dimostrato negli anni, su tutto il territorio nazionale, forte interesse nella gestione del business dei rifiuti».

A detta di Zofrea, «nell’attesa che venga appurata la natura del rogo e che le forze dell’ordine e magistratura facciano chiarezza su quanto accaduto e in attesa dei rilievi tecnici dell’Arpacal, che saranno resi noti non appena pronti, l’amministrazione comunale ha inteso, in via precauzionale, invitare i cittadini le cui abitazioni ricadono sotto la colonna dei fumi e per un raggio di 1 km, tramite apposita ordinanza, ad attenersi ad alcuni comportamenti: tenere porte e finestre delle abitazioni chiuse e divieto assoluto di consumare prodotti degli orti provenienti dalle aree interessate dai fumi».

Zofrea insiste: «Un grazie di cuore ai valorosi uomini dei vigili del cuoco che stanno lavorando senza sosta per domare il vasto incendio presso l’impianto di contrada Fiasco Baldaia.

Lo Stato sta dimostrando di esserci».

Poi conclude: «Tutti insieme vinceremo la sfida che la criminalità organizzata, ogni giorno, ci lancia».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.