Stampa Stampa
5

SU CATANZARO IL VENTO DELLA PAROLA ANTICA


Ciclo di rappresentazioni classiche al Monumentale e al Casalinuovo

di REDAZIONE 

CATANZARO –  10 GIUGNO 2018 –  Il conto alla rovescia è ufficialmente iniziato per Graecalis – Il vento della parola antica, ciclo di rappresentazioni classiche a cura del Teatro di Calabria “A. Tieri”.

Nata nel 2014, la rassegna è giunta ormai al quinto anno di vita: un traguardo importante per una manifestazione che, in sole cinque edizioni, ha registrato un crescente successo di pubblico e critica, ed un entusiasmo che ha contagiato ogni parte della Calabria. Numeri in crescita vertiginosa: la stagione 2017 ha chiuso con oltre duemila presenze in nove serate, spettatori provenienti da tutta la regione e di ogni fascia d’età, dai giovanissimi ai grandi amatori del Teatro classico.

Numeri che hanno spinto l’organizzazione della compagnia ad espandere la rassegna al fine di accogliere le numerosissime richieste finora già pervenute: oltre alla storica location del Complesso Monumentale San Giovanni, infatti, Graecalis approderà anche all’Auditorium Casalinuovo, all’interno del quale verranno rappresentate le opere previste per la presente stagione artistica.

“Siamo una Compagnia relativamente giovane ma in poco meno di dieci anni di strada, possiamo felicemente dire di aver compiuto significativi passi, tanto per il Teatro di Calabria, quanto per la Città di Catanzaro” afferma con orgoglio la presidentessa del Teatro di Calabria Anna Melania Corrado.

“Graecalis è la punta di diamante del Teatro di Calabria, il progetto su cui investiamo energie, impegno e passione con un calendario di spettacoli interamente autoprodotti: dal cast di altissimo livello formato esclusivamente da attori catanzaresi – con un lavoro di ricerca, preparazione e prove che dura un anno – alla rielaborazione dei testi; dalle scenografie originali ai sontuosi costumi. Ed è molto più di una semplice kermesse teatrale: è un vero e proprio manifesto di cambiamento culturale, civile e sociale che coinvolge chiunque vi entri in contatto”.

Luigi La Rosa e Aldo Conforto, motori intellettuali della compagnia, fanno eco alle parole della presidentessa: “Crediamo fortemente nella necessità di riscoprire l’importanza delle nostre radici mediterranee, utili per capire ed apprezzare l’immensa eredità che noi, figli della Magna Grecia, abbiamo raccolto in noi e a cui dobbiamo dare il giusto valore, coinvolgendo principalmente i più giovani”.

“Sarà un’edizione difficile da dimenticare”, promettono gli organizzatori della rassegna, che svelano il cartellone artistico 2018: in scena, la magnifica trilogia di Eschilo “Orestea”, l’unica del patrimonio classico greco a noi pervenuta integralmente e che comprende le tragedie Agamennone, Coefore e Eumenidi. Opere maestose, imponenti e alla base del patrimonio culturale della civiltà occidentale, portatrici di un messaggio universale e drammaticamente attuale: l’aspra lotta tra Vendetta e Giustizia, tra sangue e rispetto, tra impulso e Ragione.

Il Teatro di Calabria è pronto ad affascinare ancora una volta i suoi spettatori e a vivere l’attesa del conto alla rovescia verso il debutto della rassegna, previsto per il 5 Luglio, con una vera e propria Festa di inaugurazione della kermesse con un appuntamento imperdibile: l’Anteprima Graecalis, prevista per domenica 24 Giugno 2018 ore 19:00 presso il Complesso Monumentale del San Giovanni.

Un momento di emozione, da condividere insieme al pubblico e alla stampa per rivelare tutte le novità della Quinta edizione di Graecalis e per brindare all’apertura della stagione con un raffinato rinfresco curato da Momenti Eventi.

Il vento della parola antica sta per tornare a soffiare su Catanzaro.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.