Stampa Stampa
22

IL TAR RIBALTA (IN PARTE) L’ORDINANZA, IN CALABRIA ELEMENTARI E MEDIE TORNANO A SCUOLA


Repertorio

Il presidente f.f. Spirlì: “Ci opporremo”

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  8 GENNAIO 2021 –  Il Tar per la Calabria, con decreto n. 2/2021, ha sospeso in parte l’ordinanza del presidente facente funzioni della Giunta della Regione Calabria che ha disposto lo svolgimento della didattica a distanza distintamente per le scuole superiori di secondo grado e di formazione professionale dal 7 al 31 gennaio 2021 e per le altre scuole dal 7 al 15 gennaio 2021.

In sostanza il Tar Calabria in parte boccia l’ordinanza Spirli’ sulle scuole: le primarie riaprono, per gli istituti superiori e di formazione professionale resta la Dad.

Il Tar ha concesso la misura cautelare – con parziale sospensione dell’ordinanza – limitatamente alla parte in cui e’ stata disposta dal 7 al 15 gennaio 2021 la didattica a distanza per le attivita’ scolastiche di ogni ordine e grado diverse dalle scuole secondarie di secondo grado (statali e paritarie) e da quelle di istruzione e formazione professionale.

A seguito del provvedimento del Tar, dunque, la didattica a distanza e’ confermata per il periodo indicato soltanto per le scuole superiori e di formazione professionale e non anche per la formazione primaria. La trattazione collegiale dell’istanza cautelare e’ stata fissata per la prima udienza utile.

Dal canto suo Nino Spirlì, presidente facente funzioni della Calabria ha sottolineato: «Il Tar manda i più piccoli a scuola e lascia a casa gli studenti delle superiori. Ci opporremo! Per noi, tutti a casa, in sicurezza e in DAD!! » 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.