Stampa Stampa
12

IL SISTEMA BIBLIOTECARIO VIBONESE CELEBRA “IL SOMMO POETA”


La cultura contro la paura, domani il “Dantedì”

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  24 MARZO 2020 –  “Il Sistema Bibliotecario Vibonese non si ferma” (#IlSBVnonSiFerma): aveva annunciato così il Direttore del SBV, Gilberto Floriani, all’indomani del DPCM del 4 marzo 2020, che invitava tutti gli Enti culturali italiani a sospendere le proprie attività e limitare gli accessi…E così è stato.

Seppur a biblioteca chiusa e in modalità “smart working”, i bibliotecari di Palazzo Santa Chiara continuano a pieno ritmo la propria attività, consapevoli di offrire non solo un servizio culturale importante per Vibo Valentia e per l’intera Regione, ma anche un’alternativa concreta – “Cultura contro la paura” dichiarano in molti – alla noia e alla paura: ogni giorno, rigorosamente da casa e con l’ausilio delle mail e di Skype, il personale è a disposizione degli utenti per consulenze bibliografiche, richieste e curiosità, oltre a rimanere in contatto con i colleghi sparsi su tutto il territorio regionale e ad offrire, come di consueto, tutta l’assistenza necessaria alle biblioteche del Polo RCA…Ma non solo.

Attraverso i propri profili ufficiali di Instagram e Facebook il Sistema Bibliotecario Vibonese continua a mantenere un contatto diretto con i propri followers, offrendo quotidianamente consigli di lettura, una ricca selezione di attività culturali on line, letture ad alta voce e tutorial di lavoretti creativi per bambini, ma anche grandi eventi in rete, come la maratona di poesia #IlBelloCiSalverà; conclusasi sabato 21 marzo (Giornata mondiale della poesia), l’evento ha previsto, dal 16 al 21 marzo, la condivisione sulla pagina Fb del SBV di videoletture di splendidi testi poetici da parte dei coach e degli allievi di “Fughe organizzate” – Scuola di teatro del SBV.

Un successo decretato dai circa 3.000 contatti e visualizzazioni per ogni lettura, complessivamente oltre 20.000 contatti.

Un nuovo grande evento è ora in programma per mercoledì 25 marzo, giornata in cui in tutto il mondo, a partire da quest’anno, si celebrerà Dante Alighieri; il Dantedì – così denominato dal MiBACT che ne ha proposto l’istituzione – sarà un’occasione per rileggere e riscoprire Dante attraverso il suo capolavoro, la “Divina Commedia”, e coinvolgerà singoli, ma anche scuole, musei, parchi archeologici, biblioteche, archivi e luoghi della cultura in una corale celebrazione del Sommo Poeta.

Anche il SBV, in stretta collaborazione con la propria Scuola di Teatro “Fughe organizzate”, ha quindi deciso di dedicare l’intera giornata di mercoledì 25 marzo al più grande poeta della letteratura italiana, e lo farà proponendo sulla propria pagina Fb la lettura di tre tra i più amati Canti dell’ “Inferno”.

“L’invito che il Sistema Bibliotecario Vibonese rivolge alla sua Scuola di Teatro in occasione del “Dantedì” ci lusinga molto e ci emoziona perché celebrare Dante non è celebrare un poeta, è celebrare “il Poeta” – ha dichiarato Francesco Malorzo, Direttore artistico di “Fughe organizzate” – Allo stesso tempo è un invito che raccogliamo con molta umiltà sapendo che altri e meglio di noi hanno raccontato, sia pure in altri contesti, le vicende del “divin” poeta. Nessun viaggio, seppure immaginifico, è descritto con tale potenza e solennità.

Anche nelle stanze della Scuola di Teatro, a Palazzo Santa Chiara, i suoi versi riecheggiano durante le lezioni, declamati con timore reverenziale e brama di gustare e comprendere ogni verso, ogni rima, ogni parola. Dante è per gli amanti della parola una sorta di miraggio, una sfida immane, un’avventura unica. Potevamo noi di “Fughe organizzate” essere insensibili ad una simile sirena?

Così i nostri coach Valerio Villa e Davide Fasano, assieme a Giorgia Ballanti in rappresentanza degli allievi, hanno accettato l’impresa di narrare di Paolo e Francesca, di Ulisse e del conte Ugolino, inebriandosi di suggestioni e versi, con l’intento di raggiungere chi ascolta e avvilupparlo in un turbine di emozioni.

Speriamo di essere riusciti nell’impresa di mettere qualcosa di noi in tanta narrazione, utili nel creare una comune emozione viaggiando con le parole oltre i recinti dei limiti fisici che in questi giorni ci stringono, viaggiando sui versi di Dante come se avessimo le ali, infiniti e alti, fuggiaschi senza una meta, finalmente liberi”.

“Il Dantedì al SBV” – Il programma:

ore 10.30: Davide Fasano recita il Canto V dell’ “Inferno”

ore 16.30: Giorgia Ballanti recita il Canto XXVI dell’ “Inferno”

ore 19.30: Valerio Villa recita il Canto XXXIII dell’ “Inferno”

Alle ore 12.00 e alle 18.00 il SBV invita inoltre a partecipare ai flashmob promossi rispettivamente dal MiBACT e dalla “Società Dante Alighieri”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.