Stampa Stampa
26

IL ROGO È DOMATO, SPENTO L’INCENDIO A IMPIANTO RIFIUTI DI SQUILLACE LIDO


Cinque giorni di duro lavoro dei soccorritori. Attesi risultati verifiche Arpacal su inquinamento atmosferico. Ancora ignote cause 

di Franco POLITO 

SQUILLACE (CZ) –  11 OTTOBRE 2020 – Il rogo è domato, ma quanta fatica.

Ieri, dopo dopo 5 giorni  di lavoro, i vigili del fuoco hanno completatamente spento l’incendio all’impianto Eco – Management di Fiasco Baldaya.

L’azienda si occupa dello smaltimento di rifiuti solidi urbani.

«Adesso –  annuncia il sindaco Pasquale Muccari –  seguiranno tutti gli adempimenti di mia competenza. Un ringraziamento di cuore da parte di tutta la Città di Squillace a tutti gli operatori».

Le fiamme all’interno del capannone erano divampate lunedì scorso intorno alle 14.30. Una densa e acre nuvola nera di fumo aveva coperto il cielo.

Per fortuna il vento l’ha sospinta verso il mare senza che potesse coprire il centro abitato della frazione marinara distante poco meno di un chilometro.

Il sindaco tuttavia, a scopo precauzionale, ha emesso ordinanza verbale di protezione civile con cui aveva disposto la chiusura delle scuole nella frazione marina per il giorno successivo.

Il primo cittadino, inoltre, aveva anche raccomandato ai residenti nelle vicinanze del luogo del disastro, una zona a forte vocazione agricola, di non consumare i prodotti coltivati negli orti e nelle campagne circostanti.

Notevole il dispiegamento di uomini e mezzi dei vigili del fuoco, supportati dai canadair della Protezione Civile. Incendio difficile da spegnere, anche per via della temperatura raggiuntasi all’interno del capannone: 500 gradi iniziali, poi via via regrediti, che hanno reso ardua l’opera dei soccorritori.

Sul posto, per quanto di loro competenza carabinieri e polizia locale.

Ovvio, con un quadro del genere, nutrire qualche perplessità sulla situazione ambientale: ecco perché i tecnici Arpacal, in via del tutto precauzionale, su richiesta di Muccari, hanno  posizionato nel centro abitato di Squillace lido, precisamente nell’area di pertinenza della scuola media, una centralina di rilevamento dell’inquinamento atmosferico.

Si attendono i riscontri.

Come si attende di capire quali possano essere state le cause che hanno determinato il rogo.

Se ne saprà di più nei prossimi giorni.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.