Stampa Stampa
11

“IL CINEMA DELLE DONNE”, A MONTEPAONE INTENSO A TU PER TU A CON VIOLANTE PLACIDO


Si è tornati indietro ai tempi dei primi passi da figlia d’arte e del colpo di fulmine per il set

di REDAZIONE

MONTEPAONE (CZ) –  13 DICEMBRE 2022 –  “Dobbiamo trovarci i nostri spazi, servono donne che scrivono di donne, c’è bisogno di dialoghi veri tra donne anche nei film. Certe lotte se nessuno le fa si va sempre verso una deriva peggiore, importante la dignità di ognuno di noi sul lavoro”.

Parole di Violante Placido, attrice e cantante che si è raccontata ieri in occasione del secondo incontro della nuova rassegna “Il cinema delle donne”, promossa dal Comune di Montepaone guidato dal sindaco Mario Migliarese, con l’ideazione artistica di Gianvito Casadonte e il sostegno della Regione Calabria.

La sala meeting della Banca di Credito Cooperativo ha ospitato l’intervista a tu per tu moderata dal regista Fabrizio Corallo.

Si è tornati indietro ai tempi dei primi passi da figlia d’arte e del colpo di fulmine per il set: “Penso sia il sogno di tanti bambini fare la ballerina, la cantante o l’attrice. Sono lavori legati all’immaginazione, alla creatività, al gioco. In particolare quello della musica è stato un percorso vissuto un po’ a singhiozzo, ma è una cosa che è stata sempre presente nella mia vita.

La musica l’ho vissuta a lungo con tanta passione, ma anche tanto pudore visto che sono autodidatta e scrivo le canzoni con la chitarra”. Dalla clip di “Jack Frusciante è uscito dal gruppo” fino all’ultimo film uscito su Prime Video “Improvvisamente Natale”, la carriera di Violante Placido è stata costellata di tante esperienze, compresa quella formativa in America al fianco di star come George Clooney e Nicholas Cage.

Un profilo di grande fascino come ricordato anche dal commissario della Calabria Film Commission, Anton Giulio Grande, che ha portato i suoi saluti nel corso dell’incontro. 

“Mettendoci del nostro è possibile rendere più tridimensionali i personaggi che interpretiamo e regalare sfaccettature sempre diverse”, ha detto l’attrice rivelando anche quale figura avrebbe il desiderio di incarnare: “Margherita Hack, una donna straordinaria per gli studi di luoghi lontani, ma anche perché andava in moto negli anni ’40 col marito ed era un’atleta incredibile.

Una personalità che può ispirare tantissimo le donne”. 

 La tre giorni con le star femminili a Montepaone si è conclusa domenica scorsa, a partire dalle ore 17,  con la proiezione dell’ultimo documentario di Fabrizio Corallo dedicato a Virna Lisi e l’incontro, previsto alle 18.30, con Laura Morante. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.