Stampa Stampa
58

“IL CAMMINO DELLA PRIMA ITALIA”, UNA TRE GIORNI PER TORNARE ALLE ORIGINI


Dallo Ionio al Tirreno con lo zaino in spalla tra viottoli e tratturi nei Comuni di Squillace, Borgia, Amaroni, Girifalco, Cortale, Jacurso e Curinga

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  1 SETTEMBRE 2020 – Organizzato dall’Uisp Catanzaro e dalla Nuova Scuola Pitagorica, venerdì 4 settembre 2020 inizierà dal Lido di Squillace il “Cammino della Prima Italia” che in in tre giorni percorrerà strade, tratturi e viottoli attraverso i Comuni di Squillace, Borgia, Amaroni, Girifalco, Cortale, Jacurso e Curinga.

Dal Monte Contessa a Jacurso si ha la visione incredibile di tutto l’istmo compreso tra i due mari Jonio e Tirreno: è in quella terra che migliaia di anni fa nacque la Prima Italia, come la chiamarono gli antichi storici di lingua greca.

Il cammino durerà tre giorni in questa prima edizione che tiene conto della situazione sanitaria, e terminerà sulla spiaggia di Curinga domenica 6 settembre. Prenderemo acqua del Tirreno che uniremo all’acqua dello Jonio prelevata a Squillace, in segno di unione di tutta l’umanità.

E’ un cammino sulle tracce di antiche storie e alla scoperta di leggende, da Re Italo ad Ulisse, da Nausica ad Alcinoo, in luoghi oggi molto diversi ma che conservano intatto il fascino del passato. Un cammino etico sulle orme del popolo degli Itali, i quali vivevano in questa terra in armonia con i principi che Pitagora comprese e pose in seguito alla base della dottrina etica su cui si fonderanno tante comunità della Magna Grecia.

Accoglienza calabrese, panorami mozzafiato, tradizioni, monumenti, archeologia, arte, cultura, storia, due mari, monti, sole ed enogastronomia di eccellenza, prodotti tipici e tanto altro sono gli ingredienti di questo cammino nuovo e antico al tempo stesso.

Il cammino è stato tutto esaminato metro per metro da Riccardo Elia e altri esperti per renderlo fruibile anche a chi, da solo o in compagnia, vorrà affrontarlo in seguito. Sono previsti due pernottamenti in hotel o B&B convenzionati, cene e pranzo sissiziale a Curinga. Sono molte le informazioni che vi daremo in seguito, ma intanto desideriamo informarvi per riservare le date.

La partecipazione è libera a tutti i maggiorenni col solo obbligo d’iscrizione all’UISP, al costo di 6 euro, per avere la copertura assicurativa.

«Abbiamo detto  – affermano gli organizzatori –  che questo Cammino si distingue per essere un cammino etico: esso, difatti, ripercorre il territorio dove nacque l’Italia, un evento tra i più importanti della storia umana. Gli Itali, migliaia di anni prima di Cristo, vivevano in quella terra praticando cinque principi, quegli stessi che Pitagora comprese e pose alla base della dottrina etica sulla quale nacque la Magna Grecia: libertà, amicizia, comunità di vita e di beni, dignità della donna e vegetarismo.

È straordinaria la coincidenza tra la pandemia Covid 19 e la riproposta dell’etica italico-pitagorica come rimedio possibile all’umanità che ha bisogno di un cambiamento radicale della politica, della finanza e della visione stessa della vita.

Festeggiamo pertanto quest’anno la nascita dell’Italia proponendo ai popoli l’Italia come
patria universale, basata su quei cinque principi necessari per la vita felice e la pace nel mondo. Tremila anni di storia, piena di stragi, guerre e conflitti di ogni genere, dimostrano che quei principi etici hanno valore universale e matematico: non si possono cambiare.

Chiunque verrà al cammino lo farà in rappresentanza di tutta l’umanità: paesaggi, rovine, resti archeologici, monasteri e boschi vi trasmetteranno una visione del passato che è promessa di un futuro migliore».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.