Stampa Stampa
108

I SEGNI NEL CUORE


Non sempre quello che è per tutta la vita sbiadisce il ricordo di ciò che abbiamo vissuto

di Rossella NASSO

PRESERRE (CZ) –  18 DICEMBRE 2019 –  Durante il nostro percorso di vita, tante le persone incontrate, conosciute, respinte o amate occupandone un posto a volte centrale, a volte marginale, a volte permanente, sia pure attraverso il ricordo.

Nel periodo compreso fra l’ adolescenza e l’ età adulta, ci si imbatte in persone, solitamente poche, di cui ci si innamora. Molti trovano l’amore quello vero a prima vista come un vero colpo di fulmine, altri invece hanno bisogno di più tempo per consolidarsi.

Sono quegli amori che indipendentemente dai parametri spazio temporali di durata e di qualità condivisa, hanno lasciato un segno in noi che ne farà sempre parte.

Sono quegli amori che nonostante il loro accadimento in positivo o in negativo non puoi dimenticare; anche quando sono stati amori brevissimi e che hanno fatto soffrire poco importa.

Solitamente non sono mai veri ex, ma persone che hanno attraversato la nostra vita e con i quali una vera relazione non si è mai consumata, perché rimasta sospesa un po’ come un energia che di tanto in tanto riemerge qua e là. Il loro ricordo rimane nascosto e sigillato in un angolo di noi.

Persone che si incontrano in momenti particolari, che regalano sensazioni e magie mai sperimentate prima, riempiendo il vuoto che si sta vivendo in quel dato momento.

Nonostante la vita allontani tali amori dividendone le strade, essi appaiono quasi d’incanto, attraverso un aneddoto, una canzone o semplicemente perché l’ ombra di ciò che è stato è più visibile che mai.

Se ritornano alla luce, è perché assegniamo un significato al loro ricordo facendoli brillare di quella fiamma passata che probabilmente arde ancora, ma che dobbiamo evitare che essa illumini e riscaldi ancora il nostro cammino.

Quasi sempre sono sentimenti evanescenti, inafferrabili, ma che sembrano vivi, del resto l’inchiostro del cuore non si vede, non scrive, ma si sente ritornando nel corso degli anni, riconoscibilissimi, latenti, ma vivi.

Questi ex amori potrebbero essere come dice la citazione di T.S. Eliot ‘passi che echeggiano nella memoria, lungo il corridoio che mai prendemmo, verso la porta che mai aprimmo.

E se fossimo solo il ricordo di qualcuno, non significherebbe aver vissuto comunque di vero amore? Non sempre quello che è per tutta la vita sbiadisce il ricordo di ciò che abbiamo vissuto.

A volte un momento sospeso nella memoria restituisce ciò che molti anni hanno tolto. Certamente il nostro cuore custodisce fotografie di momenti vissuti, ciò che siamo stati e ciò che saremmo potuti diventare.

Se chiudendo gli occhi e facendo un sospiro capiremmo che il nostro ricordo ci sorride, allora sapremo che i passi fatti accanto alle persone incontrate hanno lasciato delle solide impronte e non ombre che al primo colpo di vento svaniscono come se nessuno fosse mai passato.

Anche se il cuore invecchia, l’amore resta. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.