Stampa Stampa
43

I “NUOVI FIGLI”


Il monito di Papa Francesco contro la società moderna orfana di genitorialità e senso della famiglia

di Rossella NASSO

PRESERRE (CZ) –  8 GENNAIO 2022 –  Durante l’udienza del 5 gennaio le parole del Papa risuonano nel Vaticano e nel mondo con un attacco durissimo: “Cani, gatti e niente figli”.

Parole pesanti come un macigno, ma quanto mai vere. Si adottano cani e gatti, ma non si fanno più figli.

La civiltà moderna è gradualmente diventata orfana di genitorialità e del senso della famiglia. Da un po’ di tempo come dice sua Santità, le coppie procreano al massimo un figlio, però mantengono e si prendono cura di due gatti e due cani.

Gli animali hanno preso il posto dei figli. Se ci si ferma un attimo a riflettere, la cosa fa davvero ridere eppure è diventata una triste verità e realtà.

 In qualche modo negare la genitorialità laddove fosse possibile toglie umanità e ricchezza al mondo intero, che al contrario necessita di piccoli nati, affinché il globo possa avere ancora un futuro.

Amare gli animali è giusto in quanto creature di Dio, ma essi non devono sostituire la prole in una coppia che si unisce in matrimonio per divenire famiglia, famiglia agli occhi di Dio.

Non si lasci il mondo orfano di quell’amore e di quei valori che solo una famiglia può ancora trasmettere.

Laddove non si potesse procreare, si dia accoglienza ai tanti orfani che attendono solo di essere amati e accolti.

Forse si è arrivati a questa forma di egoismo perché esser genitori significa amore, accoglienza, sacrificio, dedizione ed il mondo d’oggi sembra non riconoscere più queste parole e valori nel proprio vocabolario.

Occorre pensarci. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.