Stampa Stampa
63

I “FURBETTI” DEL REDDITO DI CITTADINANZA, NOVE PERSONE DENUNCIATE NEL CATANZARESE


Avrebbero a vario titolo omesso di segnalare l’avvio di attività imprenditoriali, ovvero la propria sottoposizione a misure cautelari personali, all’atto della presentazione della relativa istanza o dopo l’accoglimento della stessa, ancorché incompatibili con la titolarità del beneficio

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  12 APRILE 2021 –  I Carabinieri della Compagnia di Girifalco, a seguito di estesa attività di controllo dei percettori di reddito di cittadinanza, hanno deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria catanzarese e lametina 9 persone tra i Comuni di Girifalco, Amaroni, Maida, Curinga e Caraffa di Catanzaro (CZ).

Nello specifico si ritiene che queste persone avrebbero goduto illegittimamente dell’emolumento.

Avrebbero a vario titolo omesso di segnalare l’avvio di attività imprenditoriali, ovvero la propria sottoposizione a misure cautelari personali, all’atto della presentazione della relativa istanza o dopo l’accoglimento della stessa, ancorché incompatibili con la titolarità del beneficio.

Il danno complessivamente subito dall’Inps è stimato intorno ai 32.000 euro.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.