Stampa Stampa
15

GLI ALBERI SONO LA NOSTRA VITA, DA LORO DIPENDE TUTTA LA VITA SULLA TERRA. RISPETTIAMOLI ANCHE A SOVERATO


Riceviamo e pubblichiamo:

 SOVERATO (CZ) –  23 GENNAIO 2023 – Riteniamo necessario informare la cittadinanza su quanto avvenuto a Soverato lunedì 16 gennaio relativamente all’intervento di potatura degli alberi programmato dal comune.

Ciò anche per evitare possibili interpretazioni e comunicazioni fuorvianti e strumentalizzanti rispetto al nostro intervento.

 All’arrivo di una rappresentanza della sezione Italia Nostra Soverato – Guardavalle, intorno alle 7,00 abbiamo trovato una parte delle chiome dei Ficus benjamin di viale Pitagora già a terra e nessun agronomo a seguire i lavori; abbiamo chiesto al sig. Mirante la documentazione che disponeva quel tipo di potatura, che già si paventava simile a quello eseguita in via S. Giovanni Bosco, ma la risposta è stata negativa.

 Alle nostre insistenze il Mirante ha interrotto i lavori, con una probabile predeterminazione, rimarcando le responsabilità del danno economico che noi avremmo procurato. Magari avessimo avuto il potere per fare questo …

 Abbiamo atteso che arrivasse il maresciallo Tassone dei Carabinieri forestali, allertati da noi immediatamente, e poco dopo sono giunti anche il sindaco Vacca e altri componenti della giunta.

Alle nostre ripetute richieste di una perizia o relazione di un agronomo che giustificasse quel tipo di potatura il sindaco ha risposto che si pota così da trent’anni.

 Dunque, non solo dagli errori passati non s’impara nulla, ma si ritiene che queste “tradizioni” possano legittimare il reiterarsi di sfregi al verde pubblico.

Il clima si è scaldato, sono volate le minacce (a noi…) di denuncia per procurato danno economico; ma su questo ci sarebbe da valutare seriamente quanto gravano questi interventi alle casse comunali, e pertanto al bilancio di ogni singolo cittadino, per lavori inutili se non dannosi al patrimonio verde di Soverato.  

Forse non ce ne rendiamo conto ma gli alberi sono un patrimonio collettivo, un Bene utile e prezioso e non sono loro un pericolo per noi ma al contrario, il pericolo siamo noi per gli alberi, poiché queste mutilazioni non permettono all’albero di espletare le sue funzioni vitali ed ecosistemiche, utili alla sua sopravvivenza ma anche alla nostra.

Lo abbiamo studiato alle scuole elementari ma dopo tanti anni le cose si dimenticano … 

Potrebbe dirlo meglio di noi un esperto, l’agronomo che bisognerebbe assolutamente consultare prima di attivare procedure così impattanti.

 Per questo motivo, per il bene di Soverato, è necessario un confronto tra Amministrazione comunale e le Associazioni portatrici di interessi collettivi.

Se si riuscisse a collaborare, le Associazioni potrebbero rappresentare una grande risorsa per il territorio e non un intralcio, come alcuni pensano.

Sono tante, troppe le problematiche che riguardano da vicino l’intera comunità: la cura del paesaggio e degli alberi, che si tratti di aree urbane o extra-urbane; gli interventi sulla costa; le operazioni negli alvei delle fiumare; le antenne 4 e 5G in area urbana; gli scarichi fognari in mare; la gestione dei beni culturali.

 Sono queste le nostre preoccupazioni primarie e delle associazioni ambientaliste e culturali in genere e, in quanto portatrici di interessi collettivi, dovrebbero a nostro avviso, per una gestione “democratica” della cosa pubblica, essere coinvolte e ascoltate.

Sono sterili e inutili le battaglie a favore di qualsiasi problematica se non porta a un miglioramento dei rapporti sociali e della salvaguardia del territorio.

 Le decisioni inerenti al verde pubblico, ad esempio, richiedono le competenze di un agronomo, così come i lavori pubblici devono per legge essere comunicati alla Soprintendenza per l’obbligatoria vigilanza archeologica, gli interventi che concernono il mare e la costa devono avvalersi di oceanografi ed esperti in biologia marina, ecc…

 Le Associazioni Italia Nostra Soverato – Guardavalle, Kalibreria Soverato, Wwf Catanzaro e Lipu Calabria, abbiamo chiesto all’Amministrazione comunale di coordinare un incontro con le altre Associazioni locali che noi vorremmo invitare già da ora a unirsi a noi in questo percorso di cambiamento e miglioramento sostanziale per la cura del verde urbano ed extraurbano di Soverato e della Calabria.

Auspichiamo che sia questo l’inizio di una collaborazione per avviare un cammino virtuoso che rispetti e valorizzi l’importante patrimonio di alberature urbane che caratterizzano la nostra cittadina e che Soverato divenga un modello di riferimento, un esempio positivo per l’intera Regione.

 Angela Maida – Italia Nostra Soverato – Guardavalle;  Giorgio Berardi – Lipu Calabria; Valentina Mazza Wwf Catanzaro; Domenico Commisso – Kalibreria Soverato

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.