Stampa Stampa
8

GIRIFALCO, IL COMITATO “EMERGENZA SANITÀ”INCONTRA AMALIA BRUNI


Tra le altre cose, ribadita la necessità di ripristinare l’ambulanza

di REDAZIONE 

GIRIFALCO (CZ)  – 7 AGOSTO 2021 –  Una delegazione del Comitato “Emergenza Sanità” di Girifalco, guidata dal presidente Rocco Signorello, ha incontrato Amalia Bruni, candidata alla presidenza della Regione Calabria per il centrosinistra.

Presenti il segretario del Pd di Girifalco, Rocco Riccio, assieme a Domenico Iapello e Patrizia Loiarro. All’incontro ha partecipato Enzo Bruno, già presidente della Provincia di Catanzaro.

Rocco Signorello ha ricordato il ruolo storico di Girifalco nella cura delle malattie psichiatriche in Calabria ed ha espresso tutta la preoccupazione per la perdita di servizi e la precarietà in cui versano le strutture residenziali assistenziali esistenti.

Il complesso monumentale copre una superficie coperta di circa 60.000 metri quadri, un patrimonio enorme che deve essere messo in sicurezza e valorizzato.

Enzo Bruno ha ringraziato Amalia Bruni per la sensibilità dimostrata,  ed  ha espresso la certezza che il centrosinistra ed Amalia Bruni si impegneranno a riformare, implementare ammodernare il sistema sanitario regionale. Dentro questo impianto organizzativo, Girifalco dovrà avere un ruolo centrale.

Inoltre, Enzo Bruno, ha sollevato il problema del 118. Infatti nel servizio Emergenza Urgenza di Girifalco, l’ambulanza a disposizione è stata sostituita da un auto medica. Il comitato chiede la modifica del piano e il ripristino dell’ambulanza nella postazione, un servizio che serve un comprensorio  di oltre 30.000 abitanti. Solidarietà è stata espressa ai medici del 118 delle Asp di Catanzaro e Crotone ai quali e’ stata tolta l’indennità aggiuntiva mortificando una categoria di sanitari che quotidianamente, con abnegazione, professionalità e sacrificio, garantiscono un servizio indispensabile che salva vite umane.

Amalia Bruni ha ribadito di condividere le preoccupazioni sul 118 e sulle difficoltà che stanno vivendo i sanitari costretti non solo a vedersi ridotto lo stipendio ma addirittura a restituire le somme  percepite in passato.

“Ci impegneremo a custodire questo tesoro di storia e di esperienza e la sfida sarà quella di aprire prima possibile il Rems, una struttura che fornirà servizi anche al territorio. Io – ha detto Amalia Bruni – ho portato l’esperienza di Girifalco nel mondo, perché l’ho inserito nei miei lavori scientifici l’esperienza di Girifalco che si è da sempre occupato delle malattie psichiatriche e neurologiche”.

I partecipanti all’incontro hanno espresso soddisfazione e si sono impegnati a rivedersi per continuare a monitorare la complessa vicenda.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.